A- A+
Politica
Tre molotov davanti all'abitazione del senatore Esposito

Tre bottiglie incendiarie sono state trovate questa mattina davanti all'abitazione del senatore del Pd Stefano Esposito, a Torino. A notare le molotov e' stato, a quanto si e' appreso, un vicino che ha poi suonato al campanello di Esposito, in passato minacciato per le sue posizioni in favore della Tav. Nella buca delle lettere del senatore e' stato trovato poi un biglietto nel quale si fa riferimento a un incontro che il Esposito ha avuto venerdi' proprio sotto casa sua, un particolare che fa ritenere che i movimenti del politico del Pd siano sotto controllo.

"Sto pensando di lasciare l'attivita' politica. Prima di tutto c'e' la famiglia". Il senatore del Pd Stefano Esposito, che questa mattina ha trovato tre bottiglie incendiarie davanti alla porta del suo appartamento di Torino, lo ha detto a Radio 24. "Non vivo solo, ho tre figli piccoli, una bimba di tre mesi, una moglie e non so se ho piu' voglia di far vivere loro questo stillicidio - ha spiegato - Sto seriamente pensando che forse dovro' accettare l'invito e tornarmene a lavorare in Prefettura, basta che possa far stare tranquilla la mia famiglia".

"Solidarieta'" ma anche "incoraggiamento a continuare questa battaglia di legalita' e giustizia". E' quanto esprime il vicepresidente del Pd di Torino Raffaele Bianco al senatore Stefano Esposito, dopo il ritrovamento davanti all'abitazione di quest'ultimo di tre bottiglie incendiarie. "Con questo atto, - dice Bianco - i soliti delinquenti, hanno dimostrato di aver fatto un salto di qualita', non si limitano piu' ad azioni dimostrative ma hanno messo in piedi una vera e propria macchina organizzata capace di seguire il senatore Esposito". "A lui, - aggiunge - oltre ovviamente alla solidarieta', va un messaggio di incoraggiamento a continuare questa battaglia di legalita' e giustizia"." Il suo infatti, prima ancora di essere un impegno per le infrastrutture - conclude Bianco - e' una lotta per la legalita' che tutti noi, sia del PD che degli altri partiti politici dobbiamo portare avanti".

Anche il sindacato di polizia S.I.A.P esprime solidarieta' al senatore del Pd Stefano Esposito dopo il ritrovamento delle tre bottiglie incendiarie davanti alla porta della sua abitazione. "E' con grande preoccupazione che commentiamo l'ennesimo atto intimidatorio contro il senatore Esposito - dice Pietro Di Lorenzo, segretario generale provinciale del Siap - Gesto che non abbiamo paura di definire terroristico perche' e' quello il fine che si prefigge". "Abbiamo denunciato piu' volte la deriva pericolosa ed incontrollata, che si andava delineando - conclude Di Lorenzo - ci sembra doveroso cogliere l'occasione per rivolgere un appello a tutta la classe politica ed intellettuale tra cui c'e' chi, troppo spesso, giustifica tali gesti e si scaglia contro le forze di Polizia".

"Esprimo a nome personale e del Partito Democratico la nostra totale e fraterna solidarieta' a Stefano Esposito, senatore del Pd, per le gravi minacce ricevute questa mattina presso la sua abitazione, con il ritrovamento di bottiglie incendiarie e di una missiva violentemente minacciosa". Lo ha dichiarato Emanuele Fiano, del partito democratico. "A lui e alla sua famiglia diciamo che non permetteremo ai violenti che lo hanno messo nel mirino per le sue idee sulla Tav di vincere la battaglia per impedirgli di parlare", ha assicurato. "Ognuno di noi ricorda bene cosa furono gli anni di piombo in questo paese e quel disegno eversivo di sovvertimento dell'ordine democratico, per questo facciamo appello al ministro dell'Interno Alfano, alla magistratura e alle forze dell'ordine perche' a Stefano Esposito sia consentito di continuare a professare le proprie idee liberamente e in democrazia", ha concluso.

Tags:
espositopd
in evidenza
Berardi ciliegina dello scudetto Leao deve 20 mln allo Sporting

Le mosse del Milan campione

Berardi ciliegina dello scudetto
Leao deve 20 mln allo Sporting

i più visti
in vetrina
Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane

Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane


casa, immobiliare
motori
Al via le consegne di Alfa Romeo Tonale

Al via le consegne di Alfa Romeo Tonale


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.