A- A+
Politica
Papa (7)

La Segreteria di Stato della Santa Sede ha pubblicato un drammatico comunicato in cui si deplora il tentativo di condizionare i cardinali, in vista del Conclave, con la diffusione di "notizie spesso non verificate, o non verificabili, o addirittura false, anche con grave danno di persone e istituzioni".

"La liberta' del Collegio Cardinalizio, al quale spetta di provvedere, a norma del diritto, all'elezione del Romano Pontefice - ricorda la Segreteria di Stato - e' sempre stata strenuamente difesa dalla Santa Sede, quale garanzia di una scelta che fosse basata su valutazioni rivolte unicamente al bene della Chiesa".

LA RIVELAZIONE DI AFFARI/ I BERTONIANI VOGLIONO UN PAPA NERO. Ecco chi è

RUMORS/ La verità dietro il trasferimento di Ballestrero. "Ora la resa dei conti"

"Nel corso dei secoli - continua il testo - i cardinali hanno dovuto far fronte a molteplici forme di pressione, esercitate sui singoli elettori e sullo stesso Collegio, che avevano come fine quello di condizionarne le decisioni, piegandole a logiche di tipo politico o mondano". "Se in passato sono state le cosiddette potenze, cioe' gli Stati, a cercare di far valere il proprio condizionamento nell'elezione del Papa, oggi si tenta di mettere in gioco il peso dell'opinione pubblica, spesso sulla base di valutazioni che non colgono l'aspetto tipicamente spirituale del momento che la Chiesa sta vivendo". Per la Segreteria di Stato, "e' deplorevole che, con l'approssimarsi del tempo in cui avra' inizio il Conclave e i Cardinali elettori saranno tenuti, in coscienza e davanti a Dio, ad esprimere in piena liberta' la propria scelta, si moltiplichi la diffusione di notizie spesso non verificate, o non verificabili, o addirittura false, anche con grave danno di persone e istituzioni". "Mai come in questi momenti - conclude la nota - i cattolici si concentrano su cio' che e' essenziale: pregano per Papa Benedetto, pregano affinche' lo Spirito Santo illumini il Collegio dei Cardinali, pregano per il futuro Pontefice, fiduciosi che le sorti della barca di Pietro sono nelle mani di Dio".

NAPOLITANO RICEVUTO CON LA SIGNORA CLIO - Benedetto XVI ha ricevuto questa mattina il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano con la consorte. Lo precisa il bollettino della Sala Stampa della Santa Sede.

IL PAPA: "IL MALIGNO SPORCA SEMPRE CIO' CHE E' BELLO" - "Il Maligno vuole sempre sporcare la creazione per contraddire Dio e per rendere irriconoscibile la sua verita' e la sua bellezza". Lo ha detto il Papa nella breve riflessione con la quale ha concluso gli Esercizi Spirituali predicati dal cardinale Gianfranco Ravasi. Per Benedetto XVI, "il 'molto bello' del sesto giorno - espresso dal Creatore - è permanentemente contraddetto dal male di questo mondo, dalla sofferenza, dalla corruzione". "In un mondo cosi' marcato anche dal male, il 'Logos', la bellezza eterna e l''ars' eterna, deve apparire come 'caput cruentatum', cioe' 'capo insanguinato'", ha rilevato il Pontefice sottolineando che "il Figlio incarnato, il 'Logos' incarnato e' coronato con una corona di spine e tuttavia e' proprio cosi': in questa figura sofferente del Figlio di Dio cominciamo a vedere la bellezza piu' profonda del nostro Creatore e Redentore possiamo, nel silenzio della 'notte oscura', ascoltare la Parola". E credere - ha detto il Papa - "non e' altro che, nell'oscurita' del mondo, toccare la mano di Dio e cosi', nel silenzio ascoltare la Parola, vedere l'amore". Nel suo breve saluto, Benedetto XVI ha quindi ringraziato ancora il cardinale Ravasi, invitando a camminare "ulteriormente in questo misterioso universo della fede, per esser sempre piu' capaci di pregare, di annunciare, di esser testimoni della verita', che e' bella, che e' amore".

IL PAPA RINGRAZIA LA CURIA PER AIUTO DATO CON COMPETENZA E AFFETTO - Al termine degli Esercizi Spirituali, Bendetto XVI ha voluto ringraziare oggi cardinali e vescovi della Curia Romana "per questi otto anni in cui avete portato con me, con grande competenza, affetto, amore, fede, il peso del ministero petrino". "Rimane in me questa gratitudine - ha detto - e anche se adesso finisce l'esteriore visibile comunione, come "rimane la vicinanza spirituale, rimane una profonda comunione nella preghiera. In questa certezza - ha concluso - andiamo avanti, sicuri della vittoria di Dio, sicuri della verita' della bellezza e dell'amore".

LOMBARDI, MEDIA SEMINANO CONFUSIONE E DISCREDITO - Mentre la Chiesa Cattolica vive con sofferenza la fine di un grande Pontificato, "non manca chi cerca di approfittare del momento di sorpresa e di disorientamento degli spiriti deboli per seminare confusione e gettare discredito sulla Chiesa e sul suo governo, ricorrendo a strumenti antichi, come la maldicenza, la disinformazione, talvolta la stessa calunnia, o esercitando pressioni inaccettabili per condizionare l'esercizio del dovere di voto da parte dell'uno o dell'altro membro del Collegio dei cardinali, ritenuto sgradito per una ragione o per l'altra". Se ne lamenta il portavoce della Santa Sede, padre Federico Lombardi. Secondo padre Lombardi, "nella massima parte dei casi chi si pone come giudice, tranciando pesanti giudizi morali, non ha in verita' alcuna autorita' per farlo". "Chi ha in mente anzitutto denaro, sesso e potere, ed e' abituato a leggere con questi metri le diverse realta', non e' capace - denuncia il portavoce - di vedere altro neppure nella Chiesa, perche' il suo sguardo non sa mirare verso l'alto o scendere in profondita' a cogliere le dimensioni e le motivazioni spirituali dell'esistenza. Ne risulta una descrizione profondamente ingiusta della Chiesa e di tanti suoi uomini". "Tutto cio' - auspica Lombardi - non cambiera' l'atteggiamento dei credenti, non intacchera' la fede e la speranza con cui guardano al Signore che ha promesso di accompagnare la sua Chiesa". "Noi vogliamo - assicura - secondo quanto indica la tradizione e la legge della Chiesa, che questo sia un tempo di riflessione sincera sulle attese spirituali del mondo e sulla fedelta' della Chiesa al Vangelo, di preghiera per l'assistenza dello Spirito, di vicinanza al Collegio dei cardinali che si accinge all'impegnativo servizio di discernimento e di scelta che gli e' chiesto e per cui principalmente esiste". "In questo - conclude il portavoce della Santa Sede - ci accompagna anzitutto l'esempio e la rettitudine spirituale di Papa Benedetto, che ha voluto dedicare alla preghiera dell'inizio della Quaresima questo ultimo tratto del suo Pontificato. Un cammino penitenziale di conversione verso la gioia della Pasqua. Cosi' lo stiamo vivendo e lo vivremo: conversione e speranza". La nota di padre Lombardi, trasmessa come ogni sabato mattina dalla Radio Vaticana, ha preceduto di tre ore la diffusione di una drammatica nota della Segreteria di Stato, che la stessa emittente ha diffuso sul suo sito internet con un titolo molto inquietante: "Segreteria di Stato: in atto tentativi di condizionare cardinali con notizie false o non verificabili".

Tags:
vaticanoconclavebertone

i più visti

casa, immobiliare
motori
Nuova Tiguan Allspace, aperti gli ordini del suv a sette posti

Nuova Tiguan Allspace, aperti gli ordini del suv a sette posti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.