A- A+
Politica
Luca Zaia: Veneto come la Catalogna. L'indipendenza vale 21 miliardi


Di Alberto Maggi (@AlbertoMaggi74)


Il Veneto è in fermento. Sul Leone di San Marco spirano venti indipendentisti. L'ultima iniziativa è quella di Plebiscito.eu, comitato trasversale nato a luglio 2013 dal movimento Indipendenza Veneta, che in due giorni ha raccolto 700mila firme online per la secessione. I primi sono stati quelli di Raixe Venete, anni fa, poi è stata la volta delle petizioni di Veneto Stato e di Indipendenza Veneta. Ai primi di marzo è toccato ai gazebo della Lega Nord, che in un weekend hanno raccolto più di 100mila firme per la secessione (sotto la pioggia). E ora Plebiscito.eu su Internet.

Che cosa sta succedendo? Affaritaliani.it lo ha chiesto a Luca Zaia, Governatore della Regione Veneto.
"Ben venga anche questa iniziativa (quella di Plebiscito.eu, ndr). E' il sintomo che la galassia indipendentista veneta è in fermento. La prova viene dalle firme raccolte ai primi del mese fisicamente nei gazebo della Lega, oltre 100mila. Ora anche online ci si muove per sostenere la causa indipendentista: la comunità veneta è assolutamente consapevole del suo futuro e di quanto lo stato centralista stia impedendo la crescita e la vita nel nostro territorio. Da un punto di vista istituzionale, la Regione ha un prgetto di legge in discussione per l'indizione di una consultazione referendaria".

Quando potrebbe tenersi il referendum in Veneto?
"Va approvato il progetto di legge, poi ci saranno tutti i vagli costituzionali e il confronto con il diritto nazionale e internazionale. Quindi si arriverà all'avvio del processo per giungere alla consultazione. Il Veneto vive in queste ore con passione il percorso indipendentista che stanno sperimentando i catalani. La Catalogna, dopo 30 anni di movimento indipendentista, tenterà di convocare il referendum il 9 novembre 2014, innescando da subito un contenzioso con Madrid. La via catalana sarà la stessa via che seguirà il Veneto".

Quindi? I tempi?
"Per noi è importante, al fine di capire le procedure, vedere che cosa accadrà in Catalogna".

Se il Veneto fosse indipendente, resterebbe nell'euro?
"E' l'ultimo dei problemi. L'indipendenza vorrebbe dire tenersi 21 miliardi di euro di tasse e quindi il Veneto sarebbe nel salotto buono dei paesi mondiali per qualità della vita, servizi, ricerca, università e molto altro. Saremmo insieme alla Baviera e a Singapore. Insieme alle migliori realtà del mondo".

Che cosa ne pensa Forza Italia che governa con lei il Veneto?
"Io ho il massimo rispetto dei miei alleati e compagni di viaggio. Sono una persona di parola e l'impegno preso nel 2010 lo onorerò fino alla fine. Ciò non toglie che i miei alleati sanno benissimo che la mia storia personale è quella di un partito che ha conosciuto diverse fasi, passando dal federalismo all'indipendenza. C'è qualcuno di Forza Italia che è favore, ma la prima prerogativa che deve avere un indipendentista è il rispetto delle idee altrui. Non per opportunità ma per civiltà".
 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
veneto
in evidenza
La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

Corporate - Il giornale delle imprese

La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

i più visti
in vetrina
CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"

CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"


casa, immobiliare
motori
Per Nissan l'Europa sarà il primo continente per quota percentuale di vendite

Per Nissan l'Europa sarà il primo continente per quota percentuale di vendite


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.