A- A+
Politica
Meloni incontra il leader Ppe Weber. Le basi per un accordo alle Europee
Manfred Weber e Giorgia Meloni

Importante passo per modificare gli equilibri in Europa


Incontro a Palazzo Chigi tra il presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, e il presidente del Partito popolare europeo e del gruppo del Partito popolare europeo, Manfred Weber, a Roma per i funerali del Papa emerito Benedetto XVI. Lunedì, inoltre, Meloni incontrerà la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, che sarà nella Capitale per la presentazione del volume La saggezza e l’audacia con i discorsi di David Sassoli. Martedì poi il premier vedrà a pranzo il primo ministro del Giappone, Fumio Kishida, impegnato in un tour in vista del G7.

L’incontro con Weber, rispetto al quale la presidenza del Consiglio ha rilasciato solo una foto, assume un particolare valore politico alla luce dei nuovi equilibri che si vanno definendo a Bruxelles. A sottolinearlo è stato l’eurodeputato di FdI, Nicola Procaccini, ricordando che «il dialogo tra Conservatori e Popolari prosegue da tempo e si rafforza anche grazie al fatto che le due forze politiche vanno consolidandosi nelle rispettive nazioni». La cornice è quella di una possibile alleanza tra le due famiglie europee, in vista delle elezioni del 2024, che potrebbero ribaltare gli attuali assetti.

"I partiti tedeschi Cdu e Csu rappresentano i partiti principali del Ppe. Dopo un iniziale fair play, queste due forze politiche stanno facendo un’opposizione sempre più vigorosa all’attuale governo socialista di Scholz. Con la fine della Grande coalizione i rapporti tra Popolari e Socialisti tedeschi sono ai minimi termini e questo produrrà un effetto a catena anche sul Parlamento europeo", ha chiarito ancora Procaccini, parlando con l’Adnkronos.

L’esponente di FdI, quindi, ha ricordato che c’è "uno scenario simile" anche in Spagna, "dove l’opposizione al governo socialista di Sanchez sta creando una saldatura tra Partito popolare e Vox, partito che fa parte della famiglia dei Conservatori europei". Dunque, "tutto lascia presagire, per quanto ci riguarda, che il voto del 2024 rappresenterà l’ultima possibilità di avere un Parlamento europeo che porti la Ue sui binari che abbiamo sempre auspicato: un modello di Europa che non umili le nazioni ma le tenga nella giusta considerazione; che si occupi di meno cose ma più importanti. Fare meno, fare meglio: questo – ha ricordato Procaccini – è sempre stato il nostro motto".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
weber meloni asse europee





in evidenza
Chiara Ferragni, Fedez già dimenticato? La nuova fiamma un ex di Michelle Hunziker

MediaTech

Chiara Ferragni, Fedez già dimenticato? La nuova fiamma un ex di Michelle Hunziker


in vetrina
Annalisa vince il Controfestival 2024. Angelina Mango ko fuori dal podio

Annalisa vince il Controfestival 2024. Angelina Mango ko fuori dal podio


motori
SEAT Arona Black Edition: stile e tecnologia in edizione limitata

SEAT Arona Black Edition: stile e tecnologia in edizione limitata

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.