A- A+
PugliaItalia
martiri otranto 708x1024

Dischiudete gli occhi, cari fratelli eroici nel Signore, ridestatevi! In questa mattinata di maggio romano, il sole splende ma non abbacina la vista.

Suonano a festa le campane della Casa di Pietro, espandono rintocchi speciali, di letizia e, soprattutto, dedicati a noi.

Sì, giacché, oggi, è la nostra Pasqua culminante, la consacrazione dei nostri umili nomi alla gloria universale dei credenti cattolici.

Intorno e su di noi, non più schiere armate, catene e scimitarre, bensì cortei di verdi palme e distese d’argentei ulivi.

Si trovano lontane, assai lontane da qui le onde cristalline dell’amata patria terrena che ci dette i natali, ma, nella circostanza, sembra che gioiscano anche loro, raggiungendoci e lasciandoci udire il loro sciabordio leggero.

Francesco Otranto

Disponiamoci, ora, alla carezza benedicente del successore di Simon Pietro, appena arrivato, con un pensiero d’affetto pure all’indirizzo del Pastore che l’ha preceduto e che, come suo ultimo atto, ha voluto decretare quest’evento in nostro onore.

Vostro Antonio Primaldo Pezzulla

 

ps. (la lettera immaginaria del neo Santo Antonio Primaldo Pezzulla è stata redatta da Rocco Boccadamo).

Iscriviti alla newsletter
Tags:
canonizzazioneotrantomartirifrancescobenedetto xviprimaldo
i blog di affari
Green Pass più esteso per i guariti dal Covid: appello al Governo
L'opinione di Tiziana Rocca
"No Green Pass esclusi dalla vita sociale come se non fossero cittadini"
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Caso Beccaglia: "Io, donna e medico, dico che non è violenza sessuale"
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.