A- A+
PugliaItalia
Adamoli

Finalmente ieri Matteo Renzi ha dichiarato che si candiderà alla guida del Pd nel prossimo congresso.
Era l’unico modo per lasciarsi alle spalle le lunghe e noiose discussioni su regole e data del congresso che  interessano solo gli addetti ai lavori.

Era ciò che, in numerosa compagnia, chiedevo da tempo. Renzi ha detto: “Le assise nazionali sono il momento fondamentale in cui si definiscono l’identità di un partito e la sua proposta politica, non solo la leadership”.
Adesso sia coerente e spieghi a tutti cosa sarà il Pd se lui vincerà il congresso.

Tocca ora ai suoi antagonisti decidere quanti e chi saranno i candidati alternativi. In campo ci sono Cuperlo, Pittella, Civati. Si parla di Barca e Zingaretti. Troppi.

Bersani D'Alema

E allora Bersani e D’Alema, che non vogliono Renzi, trovino un solo emergente da candidare o si mettano in disparte. Tra i due non possono esserci diverse identità di partito ma solo incomprensioni  personali. Le risolvano. I loro veti ormai fanno solo sorridere.

In caso contrario per Renzi sarebbe una passeggiata e attirerebbe pericolosamente tutti gli opportunisti più scaltri e nocivi. Non abbiamo bisogno né di un trionfatore già deciso ai nastri di partenza né di una gestione unitaria confusa e insulsa.

Il rilancio deve essere basato sulla chiarezza della natura culturale del Pd e sulla prospettiva politica decennale.

(da varesepolitica.it)

Tags:
adamolirenzid'alemabersaniemiliano
Loading...
i blog di affari
Covid, lo smart working è il paradiso soltanto per i gruppi dominanti
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Lotta contro il razzismo, l'ennesimo strumento di controllo del tecnocapitale
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Riminaldi incontra il Guercino e i giganti del Barocco
Gian Maria Mairo
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.