A- A+
PugliaItalia
Apulian Journey russi

A Bari la delegazione di 19 opinion leader e giornalisti russi ai quali la Puglia apre le porte per mostrare il meglio della propria offerta nei comparti della moda, dell’agroalimentare e del turismo. Grazie al progetto An Apulian Journey, realizzato dalla Regione Puglia e da Confindustria Bari e Bat, gli ospiti della Federazione Russa saranno guidati alla scoperta delle eccellenze pugliesi.

Alla loro visita seguirà quella di 25 buyer, distributori e importatori russi, che arriveranno nel ‘tacco d’Italia’ a fine novembre. Obiettivo di An Apulian Journey, infatti, è consolidare i rapporti commerciali con la Russia verso la quale nel 2012 la Puglia ha incrementato le proprie esportazioni dell’11%, per un valore di 94,7 milioni di euro.

Gli opinion leader e i rappresentanti della stampa saranno guidati lungo due itinerari in cui potranno conoscere e toccare con mano il meglio delle produzioni pugliesi. Il primo percorso riguarderà moda (tessile, abbigliamento e calzaturiero) e turismo; il secondo riguarderà invece l’agroalimentare e il turismo. Si tratta di settori (moda e agroalimentare) in cui nel 2012 le esportazioni pugliesi sono cresciute rispetto all’anno precedente, raggiungendo un valore complessivo di oltre 45 milioni di euro.

Lalli Apulian Journey

Gli ospiti russi saranno inoltre guidati in un percorso alla scoperta del territorio, dei siti di interesse storico-culturale, delle aziende maggiormente rappresentative del made in Puglia, delle masserie didattiche, dei prodotti realizzati e degli stessi procedimenti di lavorazione.

Un momento particolarmente importante sarà la mostra delle produzioni delle aziende pugliesi che hanno aderito all’evento: una vera e propria vetrina dello scenario locale e delle potenzialità di sviluppo nei settori moda, agroalimentare e turismo. L’esposizione inaugurata nella struttura ricettiva “Il Melograno”, a Monopoli (Ba), ha visto la presenza dell’assessore allo Sviluppo economico della Regione Puglia, Loredana Capone.

Tra i tour prevista anche la visita alle aziende Kasucci srl (Bottega Celli) di Acquaviva delle Fonti (Ba); ITN Spa (Angelo Narelli) di Martina Franca (Ta); Oliveti d’Italia di Andria (Bt); Gruppo Ciccolella insediamento di Candela (Fg); Terme Margherita di Savoia (Bt) e alla Masseria didattica Ferri di Ostuni (Br).

capone1

Successivamente i giornalisti visiteranno le aziende Tailor srl (Ottavio Nuccio) di Lucugnano di Tricase (Le); Tormaresca di San Pietro Vernotico (Br); Masseria Pizzo di Gallipoli (Le) e la Masseria didattica Sant’Angelo a Corigliano d’Otranto (Le).

Tappe finali, invece, a Rutigliano (Ba) in visita alla Divella spa e poi  alla Contrada Finizio (Bt) per la Masseria didattica Sei Carri.

Al loro rientro i giornalisti racconteranno alla Russia la propria esperienza in Puglia, preparando così il terreno per l’arrivo degli imprenditori e degli operatori di settore.

“Il mercato russo – spiega l’assessore Caponecosì attento al made in Italy, offre importante occasioni alle imprese pugliesi e opportunità che vanno colte intensificando le relazioni. A essere molto apprezzato è il nostro artigianato che, nel 2012, grazie soprattutto alle ceramiche, è cresciuto notevolmente. Ma la Puglia suscita grande interesse in Russia anche per l’aerospazio, i mobili e la meccanica. E, come evidenziano i dati relativi alle esportazioni, cresce sempre di più l’interesse per i nostri prodotti anche nella moda e nell’agroalimentare. In quest’ultimo settore la crescita delle esportazioni pugliesi, + 34,6% nel 2012 rispetto al 2011, risulta essere addirittura cinque volte superiore a quella dell’Italia (+6%). Segno che la Puglia sta conquistando il mercato russo grazie alla qualità e all’eccellenza delle sue produzioni, realizzate da aziende che rappresentano vere eccellenze nei propri settori”.

Apulian Journey n

“Confindustria ha voluto creare un’occasione importante per rafforzare ulteriormente l’interesse verso la Puglia e le sue imprese da parte del mercato russo, che rappresenta uno degli sbocchi più promettenti dell’export nazionale”, ha dichiarato la vicepresidente di Confindustria Bari-Bat Marina Lalli. “Avvicinarsi a mercati nuovi  come questo per le nostre  imprese è difficile, sia per diversità normative, linguistiche e culturali sia per il fatto che ciò richiede investimenti ingenti, ardui da sostenere in questa lunga fase di crisi. Su questo fronte abbiamo trovato una forte alleata nella Regione Puglia e ne è nato questo progetto che porta nella nostra regione una ventina di giornalisti russi e a novembre condurrà nelle nostre aziende una delegazione di buyer dalla Russia”.

Il progetto An Apulian Journey rientra nell’ambito delle politiche di Internazionalizzazione della Regione Puglia. L’iniziativa è il risultato della sinergia fra Confindustria Bari-Bat, assessorato allo Sviluppo economico – Servizio Internazionalizzazione – assessorato alle Risorse agroalimentari e assessorato al Mediterraneo, Cultura, Turismo, per il tramite dell’agenzia regionale Puglia Promozione.

Apulian Journey

Il supporto operativo è dello Sprint Puglia, lo Sportello regionale per l’internazionalizzazione delle imprese.

Le aziende che hanno aderito al progetto

Per l’Agroalimentare: Tormaresca di Minervino Murge (Bat); Merak di Putignano (Ba); Divella di Rutigliano (Ba); Oliveti d’Italia di Andria (Bat); Masiello di Cerignola (Fg); Edo di Apricena (Fg); Gruppo Ciccolella di Molfetta (Ba).

Per la Moda: Harry&Sons di Noci (Ba); Bufi di Monopoli (Ba); Angelo Nardelli (ITN) di Martina Franca (Ta); Micaela Caiati di Bari; Bottega Celli (Kasucci srl) di Acquaviva delle Fonti (Ba); Ottavio Nuccio Gala (Tailor srl) di Lucugnano di Tricase (Le); Marturano di Taranto; Igam di Canosa di Puglia (Bat).

Per il Turismo: Terme di Margherita di Savoia (Bt); Masseria Pizzo di Gallipoli (Le).

(gelormini@affaritaliani.it)

Tags:
pugliarussiagiornalisticaponeitinerari
i blog di affari
Green pass, così otteniamo diritti e libertà già garantiti dalla Costituzione
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Sindacalista ucciso, la solitudine dei lavoratori nello spirito del tempo
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Alternanza scuola-lavoro, diciamo basta all'istruzione turbocapitalistica
L'OPINIONE di Diego Fusaro
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.