A- A+
PugliaItalia
Andria, 'Le città dell'olio' Miscioscia Vice-presd

Il consiglio direttivo dell’Associazione Nazionale Città dell’Olio nel corso della riunione tenutasi a Pescara presso la Camera di Commercio, ha proclamato all’unanimità Benedetto Miscioscia, Vice Presidente Nazionale delle Città dell’Olio. Un incarico prestigioso ed importante che arriva dopo l’esperienza maturata in Puglia come coordinatore regionale delle Città pugliesi.

“La nomina ricevuta è il frutto  - dice l'Assessore Miscioscia - dell’impegno profuso  in questi  tre anni e mezzo come coordinatore delle città dell’olio della Puglia, in cui abbiamo conseguito risultati positivi, per la visibilità conquistata in termini mediatici, per le attività legate al progetto di Bimboil che ha visto spesso primeggiare le scuole pugliesi a livello nazionale, sia sotto il profilo della crescita di immagine delle realtà produttive pugliesi nel campo oleario, contribuendo a far crescere, anche in collaborazione con l’Assessorato regionale, il livello di presenza, di credibilità e di qualità dei nostri produttori oleari, contestualmente alla promozione dei nostri territori in diverse manifestazioni nazionali".

miscioscia assemblea 1
 

"Nel ringraziare l’intero Consiglio Direttivo nazionale unitamente al Presidente Enrico Lupi per la fiducia accordatami - continua Miscioscia - ritengo, con questa nomina, di  poter contribuire a rafforzare l’azione progettuale impostata dal Presidente a favore di tutti i comuni soci della Città dell’Olio, che negli ultimi anni ha visto l’associazione crescere non solo in termini numerici, ma anche e soprattutto, in termini progettuali e di coinvolgimento dei territori vocati all’olivicoltura e non solo".

"Le progettualità che l’associazione sta mettendo in campo con Olio Capitale, Bimboil, GirOlio d’Italia, MedDiet, la battaglia per l’adozione obbligatoria del tappo antirabbocco e non ultimo i lavori continuativi ed intensi svolti in collaborazione con il Ministero per le Politiche Agricole sul riconoscimento del Paesaggio Olivicolo Italiano- conclude l'Assessore al marketing Territoriale di Andria, rappresentano un passo importante di crescita in termini di immagine e di risultati rafforzati anche dalla costante e continua collaborazione con il Ministero Italiano dell’istruzione, dell’Università e della Ricerca, il Ministero Italiano degli Affari Esteri, il Ministero dei Beni Culturali e Unioncamere Italia”.

Dopo oltre tredici anni, un rappresentante istituzionale della Città di Andria, torna a ricoprire questo prestigioso incarico.

(gelormini@affaritaliani.it)

Tags:
andriaoliomisciosciacittà dell'oliopuglia
i blog di affari
FONDI PER ICT, CRISI, RETI CONTRO FURTI BENI CULTURALI, CONTRO OMOFOBIA
Boschiero Cinzia
Smettere di fumare: 5 step da seguire
Anna Capuano
Tosare il cane d’estate: una pratica inutile e dannosa
Anna Capuano
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.