A- A+
PugliaItalia
francesco DE CARLO foto

BARI – ‘Dopo tanti anni di lavoro – dichiara Francesco De Carlo, presidente Asshotel/Confesercenti Bari/Bat - è finalmente legge la norma che regolarizza i B&B. E’ passata oggi in consiglio regionale quasi all’unanimità con due voti di astensione’.

‘Il risultato odierno è sì un traguardo raggiunto dopo anni di lavoro. Ma non è rispondente alle aspettative degli operatori del settore perché per noi albergatori il B&B non è una attività ricettiva di natura imprenditoriale, ma gestita  dal titolare nella stessa unità immobiliare in cui abita stabilmente e non può avere fino a 9 posti letto. Inoltre, è inaccettabile che ai B&B esistenti venga dato un periodo di tre anni (fino al 2016) per mettersi in regola. Ciò comporterebbe che tante attività potrebbero chiudere i battenti con la conseguente perdita di ulteriori posti di lavoro ’.

‘Dopo questo risultato è arrivato il momento di pensare ad una legge che disciplini la classificazione del sistema di ospitalità alberghiera in maniera più moderna e rispondente alla realtà turistica della nostra regione’, conclude De Carlo.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
de caropugliaasshotelb&b
i blog di affari
Covid, l'emergenza non è finita: presto il ritorno alla fase 1 delle misure
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Parte dal Webinar la difesa dei contribuenti
SERVONO EUROPROGETTISTI, BANDI NEL DIGITALE E PER PROGETTI ECOSOSTENIBILI
Boschiero Cinzia
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.