A- A+
PugliaItalia
Bari, Mafia nell'edilizia Nuova raffica di arresti

Nuovo colpo ai clan mafiosi che gesticono il controverso mercato dell'edilizia e ne impongono le regole micidiali. Sono decine gli arresti eseguiti dai Carabinieri a carico di presunti componenti il clan mafioso Di Cosola. Tra gli arrestati un imprenditore edile a cui viene sequestrata l'azienda.

L'operazione è definita dai militari un "colpo mortale" al clan ai cui beni vengono apposti i sigilli. L'indagine ha ricostruito anni di egemonia in settori vitali dell'economia, soprattutto in quello dell'edilizia: dove al centro dell'attività malavitosa resta l'imposizione mafiosa dell'acquisto del cemento di bassa qualità.

Dopo un primo affondo, nel febbraio scorso che portò all'arresto di 9 persone (due delle quali erano già detenute) tutte appartenenti allo stesso storico clan Di Cosola per estorsioni ai cantieri, pizzo e imposizione forniture scadenti (controllo totale  nelle zone di Carbonara, Ceglie del Campo, Bitritto, Modugno e altri comuni ), i 64 arresti e lo smantellamento odierno del clan, che controllava anche il mercato delle slot machine, dei video poker e della droga.

Pizzo di 100 euro mensili per ogni macchinetta che, moltiplicati per i numerosi locali taglieggiati, facevano migliaia di euro al mese per ogni comune della provincia barese nel quale il clan imperava. Arrestate anche le donne del clan, che si occupavano della contabilità. Colpito anche il tesoro della holding mafiosa con il sequestro di beni per milioni di euro, tra cui: 23 immobili, 19 terreni, 80 conti correnti, 2 cassette di sicurezza, 15 autoveicoli e 4 società.

Sullo sfondo anche il consolidato controllo del mercato della droga da parte della parallela associazione finalizzata al traffico di stupefacenti: 250 gli episodi di spaccio documentati nel corso dell'indagine.

Tags:
ediliziamafiabaridi consolaarresti
i blog di affari
Reddito di cittadinanza, chi lo percepisce non ottiene l'assegno divorzile
di Francesca Albi*
FONDI PER ICT, CRISI, RETI CONTRO FURTI BENI CULTURALI, CONTRO OMOFOBIA
Boschiero Cinzia
Smettere di fumare: 5 step da seguire
Anna Capuano
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.