A- A+
PugliaItalia
consales sindaco di brindisi
 

Brindisi – Cosimo Consales verso il passo indietro? “Non ho nessuna intenzione di dimettermi. Se qualcuno me lo suggerisce per il mio bene, sappia che sono in grado di valutare in tutta autonomia", tuona il primo cittadino, dopo l’avviso di garanzia per riciclaggio, ricettazione, abuso d'ufficio, notificatogli ieri dagli agenti della Digos. "Antepongo il bene della città alle mie questioni personali. Se qualcuno vuole che mi dimetta, lo dica chiaramente", manda a dire a muso duro, a stretto giro dalla girandola di incontri e telefonate per scongiurare il redde rationem nella maggioranza.

Di nuovo nella bufera per la terza volta durante il mandato, l’ex giornalista alla guida della Giunta comunale rispedisce al mittente le bordate in arrivo da entrambi i fronti: "Ho fornito tutte le spiegazioni e non credo di avere ragione per preoccuparmi", chiarisce, in merito al debito personale da 300mila euro pagato in parte, secondo l’accusa, in modo irregolare ad Equitalia tramite la News sas, derogando alla tracciabilità ed approfittando del ruolo istituzionale nel concordare le modalità di pagamento. Una graticola sulla quale sono finiti anche un dirigente comunale, l’ex direttore dell’agenzia di riscossione e una commercialista leccese. E a tentare l’affondo non è stata solo l’opposizione: “Non ci sono più le condizione per andare avanti, la situazione è ormai degenerata e consiglierebbe di pensare allo scioglimento di questo Consiglio”,  aveva stroncato il Pdl di Mauro D’Attis ma i democratici frenano formalmente e aspettano che sia il Sindaco a fare il primo passo, tenendo il partito su una soluzione unitaria. In compenso, se il dietrofront che alcuni ipotizzavano già in serata non è arrivato, a chiederlo ci sono due big dem come il neo segretario provinciale Maurizio Bruno ed il segretario cittadino Antonio Elefante, pur non andando oltre la moral suasion, per non surriscaldare il clima torrido dentro e fuori Palazzo Nervegna.

Dal vertice Pd riunito in serata non trapelano indiscrezioni e non si esclude che il braccio di ferro, se tale dovesse essere, possa essere rinviato di qualche settimana fino all’approvazione del Bilancio. “Non credo che Brindisi meriti la gestione commissariale”, getta acqua sul fuoco il diretto interessato. Per sapere, però, se si tratta di una prospettiva realmente lontana, toccherà attendere le prossime ore.

 

(a.bucci1@libero.it)

 

Tags:
consalesbrindisipddimissionipressing
Loading...
Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

i blog di affari
Mario Monti all'Oms, nuovi tagli alla sanità in nome del liberismo?
Di Diego Fusaro
M5s? Ora è diventato come gli altri. Il grillismo si sgonfia nella routine
di Maurizio De Caro
Accordo Israele Emirati Arabi Uniti: il nemico del mio nemico è mio amico.
Andrea D'Amico
i più visti

RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.