A- A+
PugliaItalia
Dario Stefàno, "Guglielmo e Michele sono i benvenuti. Primarie siano luogo di confronto plurale"

“Le Primarie sono l'espressione massima della libertà di scelta di ogni uomo, donna, militante, elettore che può decidere partecipando. Appartengono al nostro dna, alla nostra cultura politica, sono un'attitudine esclusiva del centrosinistra,  che abbiamo sperimentato per la prima volta proprio in Puglia,  nel 2005 con Vendola, mostrando ancora una volta che qui c'è terreno fertile per l'avanguardia politica”. Lo scrive in una nota Dario Stefàno, candidato alla primarie per il centrosinistra in Puglia, commentando l'ingresso ufficiale di Guglielmo Minervini e Michele Emiliano.

“Le Primarie  - prosegue Stefàno -  come luogo di un confronto aperto e corretto, come sfogo di visioni plurali, come riflettore sulla ricchezza di obiettivi e contenuti che possiamo e dobbiamo continuare a generare: questo è il mio augurio.  Le Primarie come opportunità per affermare chi può rappresentare al meglio una piattaforma comune, un'ambizione condivisa, e non come contesa per determinare una leadership di partito: questo, il mio invito”.

“A novembre - aggiunge ancora Stefàno -  i pugliesi potranno scegliere l'erede di un'idea di governo del territorio che il centrosinistra ha generato dieci anni fa e che abbiamo nutrito insieme nel tempo, ricombinando giorno per giorno la nostra iniziativa politica e amministrativa, sulla base di un’osmosi continua con i territori”.

“A Gugliemo, Michele e a quanti sentiranno, da qui al 22 settembre, la responsabilità di un impegno diretto – conclude Stefàno -  i miei auguri di buon cammino. Siamo chiamati a impreziosire un patrimonio meraviglioso tutto nostro. E lo vogliamo fare insieme ai pugliesi”.

(gelormini@affaritaliani.it)

Tags:
stefànominerviniemilianoregioneprimariepuglia
i blog di affari
Separazione, padre assente da 20 anni: così i figli possono chiedere i danni
di Avv. Violante Di Falco *
Covid, per il siero benedetto denunciano i genitori. Così invocano la libertà
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Il Vaticano s'è svegliato. Ddl Zan figlio del nuovo ordine rifiuta i dissensi
L'OPINIONE di Diego Fusaro
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.