A- A+
PugliaItalia
lavoro nero evasione fiscale

Trecentoventinove lavoratori in nero e 235 irregolari sono stati scoperti dai Finanzieri del Comando Provinciale di Brindisi. Prosegue la drammatica storia delle persone, dietro ai numeri, costrette a lavorare sottopagate e senza il riconoscimento dei diritti in materia retributiva, assistenziale e previdenziale.

L’indagine. L’operazione scaturisce dalla precedente attività d’indagine condotta dalle Fiamme Gialle di Brindisi, all’esito della quale furono eseguite 15 ordinanze di custodia cautelare in carcere e individuata un’associazione a delinquere dedita, tra l’altro, alla commissione di gravi reati nei confronti di cittadini extracomunitari che versavano in condizioni economiche disperate e che, pertanto, impiegati nella costruzione di campi fotovoltaici nel Salento, venivano sottopagati e pesantemente sfruttati, senza il riconoscimento dei propri diritti.

Le altre storie. Cifre da capogiro, che toccano anche la città di Lecce ed i Comuni di Matino, Lizzanello, Copertino, Carmiano, Salice Salentino, Tuglie, Carpignano Salentino, Casarano, Galatina, Poggiardo e Nardò. Su un totale di 25 ispezioni - eseguite dai militari del Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro di Lecce in varie aziende, fra imprese operanti nel settore edili, agricolo, in quello delle autofficine, delle confezioni e della produzione di mobili -, 63 sono state le posizioni lavorative esaminate dagli ispettori, riferite ad altrettanti dipendenti. Di queste, 23 sono risultate assolutamente "in nero" mentre, relativamente alle altre, sono in corso gli accertamenti del caso, al fine di verificare eventuali violazioni di legge ed elusioni contrattuali.

Truffe ai danni dell'Inps di Lecce, posti occupati illecitamente, omissioni contributive, contabilità doppia: per nove aziende è scattata la sospensione dell'attività imprenditoriale per impiego di lavoratori in nero in misura superiore al 20% di quello occupato, con un'ulteriore sanzione di 1.500 euro che ogni datore di lavoro ha dovuto pagare per poter riprendere l'attività.

Tags:
leccebrindisilavoro neroirregolari
Loading...
i blog di affari
Casaleggio e i 5Stelle: quel sospetto sulle ricandidature
Premio Golia 2021: straordinaria partecipazione
Laurea bruciando i tempi? Prima bisogna risvegliare la passione per la cultura
L'OPINIONE di Diego Fusaro
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.