A- A+
PugliaItalia
Emiliano popolare 'La Sagra del Programma'

"Tra il dire e il fare c'è di mezzo il mare", ma per un barese o per i baresi - sin dai tempi della spedizione per la traslazione delle reliquie di San Nicola da Myra - la sfida è una sorta di invito alla testimonianza d'orgoglio alla pratica delle comuni radici marinare. "Una cosa poco familiare - par di cogliere nelle riflessioni di Michele Emiliano - da chi proviene per esempio da Gravina..."

Affollatissimo il primo appuntamento barese del tour in sei tappe del primo esperimento scientifico di governo di una regione attraverso un processo realmente democratico e popolare, dal basso verso l’alto. "Per noi - recita la presentazione dell'iniziativa - il programma non è un insieme confuso e triste di pagine scritte fitte fitte riservate solo a pochi addetti ai lavori. Il programma è un insieme di idee innovative per migliorare la nostra terra. E in questo, gli unici addetti ai lavori sono i pugliesi".

emiliano discorso
 

"Il programma si scrive tutti insieme - ripete Michele Emiliano - certo, lo dicono tutti, in campagna elettorale, ma poi...Noi lo facciamo. Attraverso momenti conviviali di festa popolare. La Sagra è un appuntamento di popolo, aperto a tutti, dove le idee che ci guideranno in questi cinque anni, nasceranno dal calore e dall’esperienza di chi conosce la sua terra".

E poi aggiunge con convinzione: "La partecipazione come metodo di governo sarà qualcosa di sacro. Basta con i tavoli di concertazione, fatti al buio di palazzi ai piani alti. Il nostro programma vivrà sulle bancarelle, per strada, alla luce bella e sincera delle magnifiche luminarie di Puglia".

300 i partecipanti che si sono registrati: sold out in nemmeno 24 ore dall’apertura delle iscrizioni on-line. Oltre 80 volontari hanno curato ogni aspetto della Sagra, dal processo partecipativo alla logistica.

Un comitato scientifico che coordina tutto il processo di partecipazione. Affidandosi a chi, in Italia, ha già realizzato con successo un progetto di democrazia partecipativa e deliberativa, lavorando per la città metropolitana di Bologna nell’ ambito della legge per la partecipazione della Regione Emilia Romagna. La metodologia utilizzata è quella del world cafè, che consente di lasciare le discussioni tendenzialmente autogestite dai partecipanti all'interno di un quadro comune e sotto la guida di alcune domande di riferimento.

TAVOLI TOTALE
 

20 Tavoli tematici - Circoli delle Idee. Ogni parola messa accanto all'altra indica possibili connessioni, dirette o indirette, tra i diversi temi oggetto della discussione. Lo scopo del confronto è far emergere dal tavolo visioni, strategie e idee innovative elaborate dal  gruppo a partire da concetti, esperienze e persone diverse.

A  Ambiente Agricoltura Artigianato Autoimpiego
B  Buona vita Beni comuni Buone pratiche Bellezza
C  Culture, Crescita, Connessione Comunicazione
D  Democrazia, Diritti di cittadinanza, Differenze, Divario Digitale (Digital Divide)
E  Economia Energia Eccellenza Esportazioni
F  Formazione Futuro Fondi europei Famiglie

G Generazioni Giovani Governance Geografie
I   Investimenti Imprenditorialità, Innovazione  Identità
M Migrazioni Mercato Mediterraneo Movimenti
O Opportunità, Occupazione, Organizzazione Open data
P Paesaggio Patrimonio Persone Periferie

R  Ricerca Rifiuti Riuso Rigenerazione
S  Sistemi infrastrutturali, Sostenibilità, Sviluppo Suolo
S2 Servizi Sussidiarietà Sicurezza Salute
T  Territorio Turismo Trasporti Tradizioni
1 - Terra di Bari casa mia 1
2 - Terra di Bari casa mia 2
3  Puglie 1- Riforme istituzionali. Regione, città metropolitana, aree vaste, comuni
4  Puglie 2 - Città, campagna, mare, montagna : equità territoriale e giustizia sociale   

Emiliano Sagra Programma 2
 

Una pausa ristoro in perfetto stile Sagra. La Sagra del programma come buona pratica per la costruzione del programma della Puglia che verrà non può prescindere dalle radici e tradizioni tipiche delle nostre sagre, storico luogo di incontro ed esempio di convivialità. Come da tradizione prodotti e idee a km zero caratterizzano anche la pausa a metà giornata, nel rispetto della sostenibilità ambientale con l'utilizzo di prodotti biologici e materiali biodegradabili.

Emiliano ha espresso felicità per la presenza ai lavori di Dario Stefano, suo sfidante alle primarie, oggi grande sostenitore in questa campagna elettorale che vede la coalizione di centro sinistra unita: "è una gioia cominciare questo percorso insieme a tutti gli amici di Sel e delle altre forze politiche del centro sinistra. Vedere seduti intorno ai venti tavoli tematici cittadini accanto a sindaci, ai principali esponenti dei partiti, rappresentanti del mondo delle associazioni e delle professioni, ragionare insieme sul futuro della nostra regione, è l'immagine più significativa di questa giornata".

Prima di lasciare i tavoli al loro lavoro, ha voluto sottolineare: "C'è un'energia indescrivibile. Con la Sagra del programma cominciamo a scrivere il nostro programma dal basso. Ho una grande voglia di ascoltare, di imparare, di osservare la Puglia attraverso gli occhi di tutti. Questo è l'inizio di un cammino, che si inserisce nel bellissimo percorso cominciato dal centro sinistra undici anni fa, che ancora una si affida alla nostra fonte di ispirazione fondamentale: il popolo della Puglia. Torniamo a interrogare i cittadini e le cittadine in modo strutturato sul futuro della regione non solo perché siamo in campagna elettorale, ma perché vogliamo sperimentare un nuovo metodo di governo".

"Perché, se saremo noi a vincere le elezioni - ha concluso - approveremo una legge sulla partecipazione, grazie alla quale potremo coinvolgere i pugliesi, negli anni a venire, sulle grandi questioni di interesse pubblico e per una costante verifica dell'azione amministrativa".

(gelormini@affaritaliani.it)

 

Tags:
emilianoprogrammasagraregionalibaripuglia
i blog di affari
Cartelle esattoriali: quali anni d’imposta può chiedere il Fisco?
Dalla pandemia alla Nato, il doppiopesimo egocentrico della Svezia
Di Massimo Puricelli*
Giustizia civile: ok celerità ma attenzione ai diritti fondamentali
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.