A- A+
PugliaItalia
Fabrizio Bosso canta Nino Rota

Martedì 11 marzo, al Teatro Showville di Bari alle 21 (infotel: 080.975.70.84), prosegue la stagione concertistica dell'Orchestra Sinfonica della Provincia di Bari: ospite d'eccezione Fabrizio Bosso, uno dei più grandi trombettisti italiani, in un evento speciale. La musica del grande Nino Rota (insieme a standards di Stevie Wonder) sarà riletta da Bosso in una serata che promette momenti incantevoli, con la direzione di Stefano Fonzi.

Tecnicamente impeccabile, ciò che più colpisce del trombettista torinese è la creazione di una grafia personale, in cui il colore e la dinamica del suono non sono mai scontati, il senso dello swing è spinto agli eccessi e la tensione creativa è costante. Special guest saranno anche il chitarrista Guido Di Leone e il pianista e organista Vito Di Modugno.

Il concerto sarà replicato mercoledì 12 marzo al teatro Rossini di Gioia del Colle, alle 20,00. 

 

Fabrizio Bosso - Biografia artistica

Ha iniziato a suonare la tromba a 5 anni. A 15 era già diplomato al conservatorio G. Verdi di Torino. Coltivando di continuo gli interessi per la musica di estrazione colta si è accostato al jazz. Un richiamo forte, suadente, a cui il torinese non ha saputo reagire. Tecnicamente impeccabile, ciò che più colpisce di Fabrizio è la creazione di una grafia personale, in cui il colore e la dinamica del suono non sono mai scontati, il senso dello swing è spinto agli eccessi, la tensione creativa è costante anche nell’interpretazione di standard.

Oltre ad aver svolto attività concertistica sotto la direzione di George Russell, Mike Gibbs, Kenny Wheeler, Dave Liebman, Carla Bley e Steve Coleman, è stato anche reclutato da Charlie Haden per alcune tappe del tour promozionale dell’ultimo album della Liberation Music Orchestra.

Nel 1999 viene votato come “Miglior Nuovo Talento” del jazz italiano dal referendum della rivista Musica Jazz, esce il suo primo disco Fast Flight, in quintetto con Rosario Giuliani pubblicato per la RED RECORDS e negli anni collabora stabilmente nei gruppi di Salvatore Bonafede, Giovanni Mazzarino ed Enrico Pieranunzi.

Ma sono gli anni 2007/2008 a incoronare Fabrizio come uno dei più grandi musicisti italiani. Dapprima il successo nel 2007 di quello che è considerato il suo vero esordio da leader per una casa discografica importante, la BLUE NOTE / EMI ITALIA, You’ve Changed, realizzato con il suo quartetto stabile e un’orchestra di tredici archi, la Bim String Orchestra coordinata dal violoncellista Giuseppe Tortora e diretta da Paolo Silvestri, con ospiti Diane Reeves e Sergio Cammariere. Inoltre la partecipazione al successo di Trouble Shootin’, bel disco di Stefano Di Battista con il quale ha realizzato importanti tournée in Europa.

fabrizio bosso2
 

Nel 2008 invece, oltre a Five Four Fun degli High Five, Fabrizio ha pubblicato Sol! (entrambi BLUE NOTE / EMI ITALIA) con il Latin Mood composto da Javier Girotto (co-leader), Natalio Mangalavite, Marco Siniscalco e Luca Bulgarelli, Lorenzo Tucci, Bruno Marcozzi, più l’ospite speciale Raul Midón. Il secondo disco del Latin Mood, Vamos, è stato recentemente pubblicato per l’etichetta SCHEMA RECORDS.

Sempre nel 2008 esce il funambolico duo con Antonello Salis per la PARCO DELLA MUSICA RECORDS: Stunt (con cui ha vinto il TOP JAZZ 2009). Fabrizio inoltre, sempre in quell’anno, ha partecipato al progetto, realizzato da Roberto Gatto e dedicato al rock progressivo, inciso anche per la serie Jazz Italiano Live 2008 del La Casa del Jazz / L’Espresso. Di quella collana è presente anche in un altro progetto realizzato da Stefano Di Battista: “Omaggio a Fabrizio De André”.

Nel 2009, dopo un’apparizione in qualità di ospite speciale al Festival di Sanremo, (cui aveva già partecipato la precedente edizione con Sergio Cammariere) al fianco della giovane promessa Simona Molinari, ha partecipato al progetto About a Silent Way di Maurizio Martusciello con Francesco Bearzatti, Eivind Aarset e Aldo Vigorito, uscito in allegato a Musica Jazz per celebrare i 40 anni dell’opera di Miles Davis.

Nel 2010 ha partecipato al bellissimo progetto Complete Communion, ideato dal batterista italo francese Aldo Romano con Henri Texier e la formidabile altista Geraldine Laurent. Il CD live è uscito allegato a Musica Jazz e la versione in studio è stata pubblicata dalla prestigiosa label francese DREYFUS. Nel giugno 2010, grazie all’idea degli organizzatori del Festival di Bolzano, nasce il duo con Luciano Biondiniche si rivela subito un successo. In autunno 2010 realizzano una piccola tournée africana e nel 2011 hanno tenuto moltissimi concerti. Alla fine dell’anno 2010 Fabrizio ha dato vita ad un nuovo trio, con Alberto Marsico all’organo hammond e pianoforte, eAlessandro Minetto alla batteria. Con loro ha registrato Spiritual, album molto apprezzato dalla critica e richiesto dai festival estivi e non solo. Sempre a fine 2010 ha registrato il disco Libero con il quartetto storico e l’aggiunta del chitarrista Roberto Cecchetto, pubblicato in Giappone per la PONY CANYON.

Ancora Top Jazz 2010 come miglior trombettista e ancora Sanremo nel 2011, questa volta al fianco di Raphael Gualazzi, che stravince la categoria giovani. Il 21 e 22 giugno 2011 Fabrizio ha registrato a Londra, agli Air Studios, Enchantment – L’Incantesimo (SCHEMA) con la London Symphony Orchestra. Il progetto è dedicato alla musica di Nino Rota in occasione del centenario della nascita. Gli arrangiamenti e la direzione d’orchestra sono del M° Stefano Fonzi, che è stato anche l’ideatore del progetto.

A maggio 2012 quattro concerti tra il Blue Note di Nagoya e quello di Tokyo e la partecipazione al Festival Poiesis di Fabriano con il progetto You’ve Changed e con una particolarissima performance con Pierfrancesco Favino. L’estate 2012 conferma Fabrizio come uno degli artisti più apprezzati e amati del momento, grazie alla sua partecipazione di grande successo a Umbria Jazz. Il 22 novembre è uscito per la Abeat la nuova fatica discografica: Face to Face, in duo con il grande fisarmonicista Luciano Biondini.

Nel Febbraio 2013 ha partecipato al Festival di Sanremo nuovamente al fianco di Raphael Gualazzi.

Tags:
showvilleprovinciabaribossorota
i blog di affari
FONDI PER ICT, CRISI, RETI CONTRO FURTI BENI CULTURALI, CONTRO OMOFOBIA
Boschiero Cinzia
Smettere di fumare: 5 step da seguire
Anna Capuano
Tosare il cane d’estate: una pratica inutile e dannosa
Anna Capuano
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.