A- A+
PugliaItalia
Fionde, Primarie e pietre d'inciampo

di Antonio V. Gelormini

Sarà perché tutti dicono di sentirsi nei panni di Davide, se da qualche settimana i colpi di fionda non risparmiano nessuno, per cui è consigliabile tenere la testa bassa almeno fino al 30 novembre, la data fissata per le Primarie del Centrosinistra, per la scelta del candidato alla prossima presidenza della Regione Puglia

Nichi Vendola non aveva affatto gradito lo sgarbo della pubblicazione di un discusso sondaggio, a tutta pagina, il giorno dell’inaugurazione della Campionaria Fiera del Levante e dell’arrivo di Matteo Renzi a Bari, sulle preferenze tra i possibili concorrenti alla Primarie. Un sondaggio che gratificava ancora una volta Michele Emiliano e portava scompiglio tra i suoi assessori: ex o ancora in carica.

gentile5
 

Il sondaggio rubava la scena ai protagonisti della giornata in Fiera, riportava in gioco l’incerta Elena Gentile da Bruxelles – strizzando l’occhio al fronte interno PD della sinistra storica – e mandava un messaggio al Segretario nazionale, segnalando che l’anima “catto-ulivista” si stava riducendo al lumicino. Per cui niente scherzi: il candidato forte è e resta Emiliano!

Il governatore ha atteso qualche giorno, ricevuto qualche ministro, visitato qualche stand in FdL e affinata la reazione. Poi con scientifica precisione subliminale, nel giorno di celebrazione in Fiera del lavoro di Guglielmo Minervini, nonché alla vigilia del formale avvio della campagna elettorale di Dario Stefàno, ha relativizzato “l’ineluttabilità” presunta di Michele Emiliano. Ricordando a tutti come lui stesso e le sue elezioni alla presidenza della Puglia rappresentino l’incarnazione della fragilità dei sondaggi e della concreta possibilità di sovvertirne le previsioni.

Minervini Forza2
 

E mentre si registrano tensioni e frustrazioni in un partito, il PD, apparentemente inerte e incapace o sfuggente nel prendere posizione sia sullo sventolato exploit di Elena Gentile, sia sull’imbarazzante vicenda dell’ex-segretario regionale dei DS in Puglia, vicesegretario regionale e segretario organizzativo PD Puglia,  e oggi ancora consigliere regionale, Michele Mazzarano, (rinviato a processo per finanziamento illecito ai patiti e millantato credito), è lo stesso Emiliano a vestire i panni del pompiere.

Nell’idrante, però, non c’è solo acqua e la replica centrata sulla rivendicazione politica di essere riuscito ad annientare la Destra in Puglia e sull’evocazione dell’espressione dalemiana: “Emiliano è un male necessario per il partito”, non calma gli animi e provoca immediatamente altre reazioni.

Stefàno conf stampa
 

A cominciare, naturalmente, da quelle a destra, dove da qualche giorno si conta già su un primo candidato come il vice presidente del Consiglio Regionale, Nicola Marmo, che rintuzza: "Emiliano sostiene di aver demolito la destra. Da che mondo è mondo, darsi vincitore prima di vincere, oltre ad essere un comportamento presuntuoso, porta anche una gran bella iella… Uno che dice di avere un passato comunista, quando la realtà è tanto diversa, radici non ne ha”.

Due mesi di campagna elettorale su tali tonalità di esecuzione si preannunciano lunghi e difficili da sopportare. Il rischio e la voglia di tirarsi fuori, da parte di qualche concorrente, potrebbero vistosamente aumentare. Non sarà mica questo il vero obiettivo di una simile “sassaiola”?

Nel frattempo si prova ad accordare i violini per l'Assemblea regionale del PD, che martedì 20 settembre dovrebbe dire l'ultima parola sulla formalizzazione delle candidature per le primarie.

(gelormini@affaritaliani.it)

Tags:
pdprimariefiondeemilianovendolaminervinistefànogentile
i blog di affari
Milano: Convegno per un maggior dialogo tra Ente e cittadino
Lions Club Lecce ringrazia azienda di Bergamo
Cartelle esattoriali: quali anni d’imposta può chiedere il Fisco?
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.