A- A+
PugliaItalia
Gioia del Colle Fascino Smart City

Anche Gioia del Colle pensa di assumere le caratteristiche di una Smart City. E’ quanto emerso dall’incontro: “Progettare la Smart City, strategia regionale e nazionale” e dalle riflessioni del sindaco Sergio Povia, che ha garantito di voler perseguire nel percorso di attuazione delle strategie relative  ai progetti di efficientamento energetico, mobilità, ICT.

“Avevamo pensato di invitare alcune figure politiche protagoniste nel capoluogo pugliese su questo fronte - ha affermato l’ assessore all’ambiente Giuseppe Lenin Mas i- riferendosi a Michele Emiliano, presidente dell’Area Vasta “Metropoli Terra di Bari”, e al candidato alla sua successione, il parlamentare Antonio Decaro, assenti però, per cause di forza maggiore.

“Smart City vuol dire maggiore sicurezza, applicazioni intelligenti della tecnologia, conseguente miglioramento della qualità della vita - ha sottolineato  Federico Antonicelli consigliere delegato alle attività produttive - come risposta atta a ripagare la natura dell’eccessiva industrializzazione e dei danni recati al pianeta”.                                                                                                                           “C’è ancora molta disinformazione sulle fonti rinnovabili, tanto da rischiare un pieno ritorno alle energie fossili. Appaiono, invece, evidenti i vantaggi delle fonti rinnovabili, a partire dalla riduzione dei costi. Il nostro Paese - ha spiegato Nicola Romano di Tecnova, può produrre in proprio l’energia elettrica attraverso l’utilizzo delle fonti rinnovabili. Questo significa, oltre ad un miglioramento delle condizioni ambientali, creare concrete opportunità di occupazione”.

Momento di massimo interesse è stata la presentazione  di due modelli di droni, aeromobili a pilotaggio remoto. “I droni possono avere infinite applicazioni: se dotati di telecamera possono essere utilizzati per rilievi sul territorio, garantendo riprese in alta definizione. Alle telecamere si potrebbe aggiungere un amplificatore: il drone potrebbe, quindi, essere un ottimo strumento in casi di emergenza o pericolo come ad esempio una valanga. Inoltre alcuni modelli hanno la capacità di reggere e trasportare fino a 3 kg di peso”.

All’ingegner Francesco Surico di InnovaPuglia è spettato, invece, il  compito di illustrare “Living Labs Smart Puglia 2020” che impegna a livello regionale i fondi della programmazione europea 2014-2020 per l’implementazione di progetti innovativi.

“Living Labs Smart Puglia 2020” intende favorire: la crescita intelligente basata su tecnologia e innovazione, la crescita sostenibile attraverso un’economia efficiente sotto il profilo delle risorse e una crescita inclusiva capace di incrementare la coesione sociale e territoriale”. L’incontro è stato presentato da Maria Cristina De Carlo, direttore de “La Primavera Gioia”.

Un percorso, quello per la Smart City, che appare ancora lungo e in divenire, ma destinato prima o poi a diventare realtà.

Tags:
gioia del collesmart citybariemilianodecaropoviamele
i blog di affari
Alternanza scuola-lavoro, diciamo basta all'istruzione turbocapitalistica
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Il “vecchio” Biden indica i nemici Cina e Russia
Di Ernesto Vergani
Faccia a faccia Salvini-Draghi: "Cosa ho chiesto al premier"
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.