A- A+
PugliaItalia
Giorgia Meloni chiama FI alla prova urne Siano Primarie-lampo a decidere il candidato

Giorgia Meloni e Fratelli d'Italia provano in extremis la mossa per ricucire, consapevoli che "divisi alla meta" sarà sconfitta sicura contro la macchina elettorale messa in funzione da Michele Emiliano. Lo fanno, da politici consumati, riproponendo le Primarie - in versione "lampo" dato i tempi ristretti - per la scelta del candidato del Centrodestra alla presidenza della Regione Puglia, e fornendo a Forza Italia l'ennesima via d'uscita dalla situazione di stallo, in cui si è cacciata. Ma soprattutto spingendo Silvio Berlusconi a non rinnegare la prova del vaglio popolare, che se perseguita potrebbe evitare il ricorso a tutte le contestazioni già annunciate, che rischierebbero di far decadere tutte le presentazioni di liste relative.

A raccogliere per primo l'invito della Meloni è proprio Francesco Schittulli: “Davvero per il bene della Puglia e dei pugliesi e perché il centrodestra possa ritrovare quell’unità, vera condizione per una vittoria sicura sul centrosinistra, ritengo assolutamente condivisibile la proposta che ora è stata fatta dall’on. Giorgia Meloni, leader di Fratelli d’Italia".

Schittulli Ferr6
 

"Meglio Primarie last minute che facciano decidere ai nostri elettori quale fra i due candidati presidenti sia colui al quale affidare il compito di guidare la coalizione di centrodestra, piuttosto che continuare in questo clima di litigiosità all’interno dello stesso schieramento che favorisce solo ed esclusivamente la sinistra. Io posso assicurare fin d’ora che accetterò l’esito qualunque esso sia".

"Per questo ritengo che vadano immediatamente convocati tutti responsabili del centrodestra per organizzare le Primarie per domenica prossima, 26 aprile, ovvero a una settimana prima del deposito delle liste e poco più di un mese dall’appuntamento elettorale. Sarà un modo per rigalvanizzare il nostro elettorale, ma soprattutto una maniera per chiedere scusa per aver fatto vivere loro, mio malgrado, questi momenti di politica non proprio edificanti”.

Gli fa eco il deputato di Forza Italia Antonio Distaso: "Fanno bene Giorgia Meloni e Raffaele Fitto, così come Francesco Storace qualche giorno fa,  a non arrendersi e consegnare alla Puglia un centrodestra inutilmente diviso". 
 
distaso
 
"Abbiamo il dovere di riaccendere la speranza nel cuore del nostro elettorato. La proposta di Giorgia Meloni, in ordine allo svolgimento di elezioni primarie, è saggia e intelligente.  Adesso la senatrice Poli Bortone, l'onorevole Vitali,  il senatore Volpi non perdano questa occasione per dimostrare di avere realmente a cuore l'interesse dei pugliesi .La Poli Bortone ha dichiarato ieri di essere il candidato voluto dalla base: quale migliore occasione per dimostrarlo?".

Anche Luigi d'Ambrosio Lettieri, capogruppo FI 12^ Commissione Senato, sostiene la proposta Meloni: “Ricorrere alle primarie, anche se in tempo limite, per scegliere il candidato del centrodestra, considerata la situazione che si è venuta a creare, è una proposta di buon senso e di responsabilità. Per questo mi sento di condividere l’iniziativa di Giorgia Meloni. Oltretutto si tratta di uno strumento democratico che abbiamo chiesto sin dall’inizio".

dambrosio lettieri interna 2
 
"Mi auguro che non sia una occasione mancata per restituire unità al centrodestra. Altrimenti si sarebbe autorizzati a pensare che non è la vittoria elettorale per tornare a guidare il governo della Puglia -  massacrata da dieci anni di pessime politiche da parte della sinistra di Vendola e del Pd dell’attuale candidato Emiliano – l’obiettivo che si vuole raggiungere”.
 
Alle perplessità di Adriana Poli Bortone e in attesa della reazione sul fronte Forza Italia e Luigi Vitali, Francesco Schittulli sollecita l'incontro organizzativo: "Desidero rammentare, alla Poli Bortone, che, con una conferenza stampa al Palace di Bari, il 21 luglio scorso, presenti tutti i segretari dei partiti della coalizione, il centrodestra pugliese annunciò le Primarie per la scelta del candidato presidente alla Regione Puglia che si sarebbero tenute il 23 novembre dello scorso anno e alle quali io annunciai di partecipare. Poi quelle Primarie sono cadute, non certo per colpa del Movimento Politico Schittulli, nel dimenticatoio e il 15 ottobre scorso io decisi che non c’era altro tempo da perdere e misi la mia candidatura a disposizione di tutto il centrodestra. A febbraio scorso anche Forza Italia disse sì alla mia candidatura e l’8 marzo segnò l’apertura della campagna elettorale".
meloni poli bortone(1)
 

"Questa asciutta analisi di quanto accaduto costituisce una premessa essenziale per quello che è il mio pensiero di oggi: ho accolto la proposta dell’on. Giorgia Meloni di svolgere le Primarie  domenica prossima, 26 aprile, aderendo con senso di grande responsabilità, come tentativo ultimo di portare unito e forte il centrodestra alle urne fra poco più di un mese, convinto che le divisioni in atto fanno sicuramente male solo alla nostra parte e un grande favore al centrosinistra che ha malgovernato per 10 anni la Regione Puglia".

"Basta con le parole, quindi, io sono abituato da chirurgo ad operare e per questo propongo di vederci mercoledì mattina alle 11 a Bari, all’Hotel Oriente, corso Cavour: invito a partecipare la senatrice Poli Bortone e tutte le delegazioni di coloro che presenteranno liste elettorali, per stabilire modalità e regole per lo svolgimento delle Primarie, garantendo a chiunque partecipi, la trasparenza del risultato.  Ma soprattutto che coinvolga il più possibile il nostro elettorato che ritrovi l’entusiasmo e la voglia di votare".

"Facciamo di domenica prossima - conclude Schittulli - non solo la rinascita del centrodestra in Puglia, ma una grande festa della democrazia partecipata".

(gelormini@affaritaliani.it)
Tags:
melonifiprimariecandidatourneregionalipuglia
i blog di affari
Lions Club Lecce ringrazia azienda di Bergamo
Cartelle esattoriali: quali anni d’imposta può chiedere il Fisco?
Dalla pandemia alla Nato, il doppiopesimo egocentrico della Svezia
Di Massimo Puricelli*
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.