A- A+
PugliaItalia
I sindaci di Puglia con Decaro e Perrone (ANCI) dal Ministro Marco Minniti

Il sindaco di Bari e presidente Anci, Antonio Decaro, è stato ricevuto insieme a Gino Perrone, coordinatore Anci Puglia, e ai sindaci di Ruvo di Puglia, Pasquale Chieco, di Terlizzi, Nicola Gemmato, e di Peschici, Franco Tavaglione, dal ministro dell’Interno Marco Minniti a fronte degli ultimi episodi di intimidazione di cui sono stati vittime gli amministratori locali.

sindaci Decaro Minniti
 

“L’incontro è stato positivo - ha dichiarato Antonio Decaro - abbiamo spiegato al ministro che circa l’80% dei casi che riguardano gli amministratori vittime di intimidazioni sono al sud e nelle isole, il 90% interessa gli amministratori comunali e il 50% i sindaci. Un dato allarmante che si spiega facilmente se consideriamo che il sindaco è il terminale più esposto e più sensibile, come più volte ha dichiarato il presidente della Repubblica".

tavaglione sindaco Peschici
 

"Oggi abbiamo chiesto alcuni provvedimenti specifici che possono rappresentare una tutela per gli amministratori - ha aggiunto Decaro - ma anche un segnale per tutti i cittadini. Vogliamo che sia rafforzato l’osservatorio contro la criminalità istituito nel 2015 nelle risorse e nelle competenze, che siano inasprite le pene per i colpevoli di reato di intimidazione e che venga istituito un fondo per sostenere sindaci e amministratori vittime di minacce e atti criminali nei danni materiali. Abbiamo raccontato al ministro le esperienze di tre sindaci che in tre giorni diversi hanno vissuto la paura della minaccia e, sulla base di queste storie di vita reale e quotidiana, ci attendiamo delle risposte concrete. Per quanto riguarda il contrasto alle infiltrazioni delle mafie nella vita politica e amministrativa, abbiamo chiesto che sia raddoppiato il periodo di impossibilità a candidarsi, da uno a due mandati".

sindaci chieco
 

"Il ministro ci ha dato segnali positivi su questa battaglia che dobbiamo condurre insieme - ha concluso Decaro - ha infatti annunciato l’istituzione in provincia di Foggia di un reparto di prevenzione e crimine per tenere sotto controllo la situazione legata alla presenza della criminalità organizzata sul territorio, e in queste ore si stanno producendo diversi provvedimenti che riguardano le polizie locali, come lo sblocco del turnover all’80% e l’equo indennizzo che riconosce il lavoro degli agenti della Polizia municipale alla stregua delle altre forze dell’ordine".

Gemmato Terlizzi
 

"L’invito che rivolgo a tutti è quello di non demordere rispetto all'impegno preso in qualità di amministratori pubblici. Martedì prossimo, insieme a tanti cittadini e tante associazioni, saremo in piazza a Bari per la manifestazione regionale di Libera contro le mafie”.

(gelormini@affaritaliani.it)

---------------------------------

Pubblicato in precedenza sul tema: La primavera dei Sindaci a Bari 21/3 marcia per le vittime di mafia

                                                    Peschici, carica esplosiva al Sindaco Tavaglione

                                                    San Severo dopo il Ghetto La malavita spara su PS

                                                    San Severo, Miglio da Minniti Piano anticrimine per il 10 aprile

Tags:
sindaci puglia intimidazioni mistro internomarco minnitiantonio decarogino perrone
i blog di affari
Il Vaticano s'è svegliato. Ddl Zan figlio del nuovo ordine rifiuta i dissensi
L'OPINIONE di Diego Fusaro
La Meloni vola nei sondaggi ma si vota solo alle primarie del Pd
M5s, lo strappo è a un passo. E ora può nascere il partito di Conte
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.