A- A+
PugliaItalia
Iacp BarbanenteBari – Si scrive “Global service” ma si legge “manutenzione programmata e non emergenziale sull’edilizia pubblica e risparmi del 50 per cento sui costi attuali”. La novità vale 1,5 milioni di euro in meno rispetto ai 3 sborsati finora annualmente dall’Istituto autonomo Case popolari del capoluogo per gli interventi sulle parti comuni delle abitazioni e consente di mettere a sistema le necessità degli inquilini, ottenendo risoluzioni nell’arco delle successive 48 ore, accorciabili addirittura a 4 a seconda dell’entità del danno e dell’urgenza. 
 
Si alzavano, si rimuovevano e si rialzavano immediatamente dopo le impalcature su intere facciate di stabili per riparare piccole parti, con ovvio spreco di soldi pubblici, oggi possiamo dire che abbiamo fatto passi da gigante”, ha spiegato la vicepresidente della Giunta regionale Angela Barbanente, alla presenza del direttore Iacp Sabino Lupelli e del commissario Raffaele Ruberto,  chiamati a gestire il terzo capitale immobiliare d’Italia e che hanno siglato l’accordo con cinque imprese di Bari e provincia. Come monitorare? Ogni stabile sarà dotato di un fascicolo informatizzato e di una banca dati visitabile dai singoli utenti per valutare lo stato di avanzamento delle operazioni realizzate.
 
Lo Iacp di Bari fa da apripista, ancora una volta, sul fronte dell’innovazione”, garantisce la titolare della delega all’Urbanistica, tanto da annunciare che con la programmazione europea 2014-2020 è stato inserito anche il concetto di efficientamento energetico degli edifici popolari e, nei fondi per l’inclusione sociale, la riqualificazione degli alloggi Erp (edilizia residenziale pubblica): “Potremo così risolvere numerosi problemi di gestione e rafforzare una stagione in cui il patrimonio pubblico fa da esempio alla gestione di altri patrimoni”.
 
(a.bucci1@libero.it)
Tags:
iacpedilizia popolarebarbanenteregionesfrattipuglialavoroconcorsibandi
i blog di affari
Il Vaticano s'è svegliato. Ddl Zan figlio del nuovo ordine rifiuta i dissensi
L'OPINIONE di Diego Fusaro
La Meloni vola nei sondaggi ma si vota solo alle primarie del Pd
M5s, lo strappo è a un passo. E ora può nascere il partito di Conte
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.