Arrivo a Margherita di Savoia della 6^ tappa, l’unica pugliese, del Giro d’Italia. Ricco il programma di iniziative organizzate per preparare gli abitanti all’arrivo della carovana che, per 48 ore, metterà in fermento la città e altrettanto le manifestazioni per richiamare la curiosità dei turisti per far conoscere la “città del sale e del turismo termale e balneare” (Foto di Gianni Galantucci). 

 

Pedalate, il cinema in Giro - proiezioni di film riguardanti il Giro d’Italia e i suoi Campionigimkanedimostrative… tutto organizzato con il supporto di sponsor privati e con la buona volontà del Comitato organizzatore della Tappa.

 

“La corsa più dura del mondo, nel Paese più bello del mondo”, il Giro d’Italia a Margherita di Savoia è vissuto come una grande opportunità: una festa nazionale che, passando per le strade d’Italia, arriva a trovare i salinari, lasciandosi colpire dai riflessi brillanti delle Saline più grandi d'Europa. Obiettivo comune: presentare al mondo la Ciittà del sale, per cui è grande il fermento dei preparativi per questo evento.

 

Commenta Gabriella Carlucciche ha fortemente voluto la tappa pugliese ed è presidente del Comitato Tappa (oltre ad essere stata Sindaco di Margherita di Savoia): “Il Giro ha il fascino di non aver uno stadio o un palazzetto che lo ospita, non vi sono biglietti da vendere o posti a sedere da contare e nessun incasso dell’evento da calcolare. Il Giro punta ad essere bandiera del Made in Italy nel mondo, promuovendo le bellezze d’Italia, ma anche design, innovazione, tecnologia e passione, ma a questi valori bisogna aggiungere il divertimento, la condivisione, l’autenticità e la semplicità, valori che il Giro porta fuori dai confini nazionali, contribuendo all’internazionalizzazione del nostro territorio e delle nostre capacità di fare sport. Con questo evento Margherita sarà conosciuta in tutto il mondo.

 

Da ricerche effettuate risulta che il Giro d’Italia è considerato un’opportunità di crescita economica e culturale (77%), quindi scelta strategica, e non capriccio politico. Nel contempo genera un senso di fierezza nei cittadini di una località ospitante (78%). L’impatto del Giro d’Italia oltre che di tipo economico è di tipo turistico, sociale, culturale, politico ed ambientale.

L’impatto economico cui mirare non è quello, seppure importante, del breve periodo, rappresentato dal considerevole flusso turistico degli spettatori e dei visitatori attratti che determinano anche incrementi temporanei di occupazione per preparare la tappa e tutto ciò che gli organizzatori richiedono, bensì è quello di medio-lungoperiodo, rappresentato dalla grande visibilità e copertura mediatica con una promozione e valorizzazione del territorio rappresentato dalla possibilità di esporre ed esibire le proprie bellezze ed aumentare il flusso di visitatori anche nei periodi successivi quindi con un incremento della richiesta turistica e possibilità di organizzazione di altri eventi futuri.

L’impatto sociale risiede nel fatto che il Giro rafforza valori positivi ed educativi, come la competizione, il rispetto, l’impegno, lo spirito di squadra e la fatica. L’impatto culturale, invece, si riscontra nel miglioramento della capacità organizzativa, coinvolgendo giovani risorse locali.

foto(80)

Arrivo a Margherita di Savoia della 6^ tappa, l’unica pugliese, del Giro d’Italia. Ricco il programma di iniziative organizzate per preparare gli abitanti all’arrivo della carovana che, per 48 ore, metterà in fermento la città e altrettanto le manifestazioni per richiamare la curiosità dei turisti per far conoscere la “città del sale e del turismo termale e balneare” (Foto di Gianni Galantucci). 

 

Pedalate, il cinema in Giro - proiezioni di film riguardanti il Giro d’Italia e i suoi Campionigimkanedimostrative… tutto organizzato con il supporto di sponsor privati e con la buona volontà del Comitato organizzatore della Tappa.

 

“La corsa più dura del mondo, nel Paese più bello del mondo”, il Giro d’Italia a Margherita di Savoia è vissuto come una grande opportunità: una festa nazionale che, passando per le strade d’Italia, arriva a trovare i salinari, lasciandosi colpire dai riflessi brillanti delle Saline più grandi d'Europa. Obiettivo comune: presentare al mondo la Ciittà del sale, per cui è grande il fermento dei preparativi per questo evento.

 

Commenta Gabriella Carlucciche ha fortemente voluto la tappa pugliese ed è presidente del Comitato Tappa (oltre ad essere stata Sindaco di Margherita di Savoia): “Il Giro ha il fascino di non aver uno stadio o un palazzetto che lo ospita, non vi sono biglietti da vendere o posti a sedere da contare e nessun incasso dell’evento da calcolare. Il Giro punta ad essere bandiera del Made in Italy nel mondo, promuovendo le bellezze d’Italia, ma anche design, innovazione, tecnologia e passione, ma a questi valori bisogna aggiungere il divertimento, la condivisione, l’autenticità e la semplicità, valori che il Giro porta fuori dai confini nazionali, contribuendo all’internazionalizzazione del nostro territorio e delle nostre capacità di fare sport. Con questo evento Margherita sarà conosciuta in tutto il mondo.

 

Da ricerche effettuate risulta che il Giro d’Italia è considerato un’opportunità di crescita economica e culturale (77%), quindi scelta strategica, e non capriccio politico. Nel contempo genera un senso di fierezza nei cittadini di una località ospitante (78%). L’impatto del Giro d’Italia oltre che di tipo economico è di tipo turistico, sociale, culturale, politico ed ambientale.

L’impatto economico cui mirare non è quello, seppure importante, del breve periodo, rappresentato dal considerevole flusso turistico degli spettatori e dei visitatori attratti che determinano anche incrementi temporanei di occupazione per preparare la tappa e tutto ciò che gli organizzatori richiedono, bensì è quello di medio-lungoperiodo, rappresentato dalla grande visibilità e copertura mediatica con una promozione e valorizzazione del territorio rappresentato dalla possibilità di esporre ed esibire le proprie bellezze ed aumentare il flusso di visitatori anche nei periodi successivi quindi con un incremento della richiesta turistica e possibilità di organizzazione di altri eventi futuri.

L’impatto sociale risiede nel fatto che il Giro rafforza valori positivi ed educativi, come la competizione, il rispetto, l’impegno, lo spirito di squadra e la fatica. L’impatto culturale, invece, si riscontra nel miglioramento della capacità organizzativa, coinvolgendo giovani risorse locali.

foto(80)

Arrivo a Margherita di Savoia della 6^ tappa, l’unica pugliese, del Giro d’Italia. Ricco il programma di iniziative organizzate per preparare gli abitanti all’arrivo della carovana che, per 48 ore, metterà in fermento la città e altrettanto le manifestazioni per richiamare la curiosità dei turisti per far conoscere la “città del sale e del turismo termale e balneare” (Foto di Gianni Galantucci). 

 

Pedalate, il cinema in Giro - proiezioni di film riguardanti il Giro d’Italia e i suoi Campionigimkanedimostrative… tutto organizzato con il supporto di sponsor privati e con la buona volontà del Comitato organizzatore della Tappa.

 

“La corsa più dura del mondo, nel Paese più bello del mondo”, il Giro d’Italia a Margherita di Savoia è vissuto come una grande opportunità: una festa nazionale che, passando per le strade d’Italia, arriva a trovare i salinari, lasciandosi colpire dai riflessi brillanti delle Saline più grandi d'Europa. Obiettivo comune: presentare al mondo la Ciittà del sale, per cui è grande il fermento dei preparativi per questo evento.

 

Commenta Gabriella Carlucciche ha fortemente voluto la tappa pugliese ed è presidente del Comitato Tappa (oltre ad essere stata Sindaco di Margherita di Savoia): “Il Giro ha il fascino di non aver uno stadio o un palazzetto che lo ospita, non vi sono biglietti da vendere o posti a sedere da contare e nessun incasso dell’evento da calcolare. Il Giro punta ad essere bandiera del Made in Italy nel mondo, promuovendo le bellezze d’Italia, ma anche design, innovazione, tecnologia e passione, ma a questi valori bisogna aggiungere il divertimento, la condivisione, l’autenticità e la semplicità, valori che il Giro porta fuori dai confini nazionali, contribuendo all’internazionalizzazione del nostro territorio e delle nostre capacità di fare sport. Con questo evento Margherita sarà conosciuta in tutto il mondo.

 

Da ricerche effettuate risulta che il Giro d’Italia è considerato un’opportunità di crescita economica e culturale (77%), quindi scelta strategica, e non capriccio politico. Nel contempo genera un senso di fierezza nei cittadini di una località ospitante (78%). L’impatto del Giro d’Italia oltre che di tipo economico è di tipo turistico, sociale, culturale, politico ed ambientale.

L’impatto economico cui mirare non è quello, seppure importante, del breve periodo, rappresentato dal considerevole flusso turistico degli spettatori e dei visitatori attratti che determinano anche incrementi temporanei di occupazione per preparare la tappa e tutto ciò che gli organizzatori richiedono, bensì è quello di medio-lungoperiodo, rappresentato dalla grande visibilità e copertura mediatica con una promozione e valorizzazione del territorio rappresentato dalla possibilità di esporre ed esibire le proprie bellezze ed aumentare il flusso di visitatori anche nei periodi successivi quindi con un incremento della richiesta turistica e possibilità di organizzazione di altri eventi futuri.

L’impatto sociale risiede nel fatto che il Giro rafforza valori positivi ed educativi, come la competizione, il rispetto, l’impegno, lo spirito di squadra e la fatica. L’impatto culturale, invece, si riscontra nel miglioramento della capacità organizzativa, coinvolgendo giovani risorse locali.

foto(80)
A- A+
PugliaItalia
foto(28)

Arrivo a Margherita di Savoia della 6^ tappa, l’unica pugliese, del Giro d’Italia. Ricco il programma di iniziative organizzate per preparare gli abitanti all’arrivo della carovana che, per 48 ore, metterà in fermento la città e altrettanto le manifestazioni per richiamare la curiosità dei turisti per far conoscere la “città del sale e del turismo termale e balneare” (Foto di Gianni Galantucci). 

 

Pedalate, il cinema in Giro - proiezioni di film riguardanti il Giro d’Italia e i suoi Campionigimkanedimostrative… tutto organizzato con il supporto di sponsor privati e con la buona volontà del Comitato organizzatore della Tappa.

 

“La corsa più dura del mondo, nel Paese più bello del mondo”, il Giro d’Italia a Margherita di Savoia è vissuto come una grande opportunità: una festa nazionale che, passando per le strade d’Italia, arriva a trovare i salinari, lasciandosi colpire dai riflessi brillanti delle Saline più grandi d'Europa. Obiettivo comune: presentare al mondo la Ciittà del sale, per cui è grande il fermento dei preparativi per questo evento.

 

Commenta Gabriella Carlucciche ha fortemente voluto la tappa pugliese ed è presidente del Comitato Tappa (oltre ad essere stata Sindaco di Margherita di Savoia): “Il Giro ha il fascino di non aver uno stadio o un palazzetto che lo ospita, non vi sono biglietti da vendere o posti a sedere da contare e nessun incasso dell’evento da calcolare. Il Giro punta ad essere bandiera del Made in Italy nel mondo, promuovendo le bellezze d’Italia, ma anche design, innovazione, tecnologia e passione, ma a questi valori bisogna aggiungere il divertimento, la condivisione, l’autenticità e la semplicità, valori che il Giro porta fuori dai confini nazionali, contribuendo all’internazionalizzazione del nostro territorio e delle nostre capacità di fare sport. Con questo evento Margherita sarà conosciuta in tutto il mondo.

 

Da ricerche effettuate risulta che il Giro d’Italia è considerato un’opportunità di crescita economica e culturale (77%), quindi scelta strategica, e non capriccio politico. Nel contempo genera un senso di fierezza nei cittadini di una località ospitante (78%). L’impatto del Giro d’Italia oltre che di tipo economico è di tipo turistico, sociale, culturale, politico ed ambientale.

L’impatto economico cui mirare non è quello, seppure importante, del breve periodo, rappresentato dal considerevole flusso turistico degli spettatori e dei visitatori attratti che determinano anche incrementi temporanei di occupazione per preparare la tappa e tutto ciò che gli organizzatori richiedono, bensì è quello di medio-lungoperiodo, rappresentato dalla grande visibilità e copertura mediatica con una promozione e valorizzazione del territorio rappresentato dalla possibilità di esporre ed esibire le proprie bellezze ed aumentare il flusso di visitatori anche nei periodi successivi quindi con un incremento della richiesta turistica e possibilità di organizzazione di altri eventi futuri.

L’impatto sociale risiede nel fatto che il Giro rafforza valori positivi ed educativi, come la competizione, il rispetto, l’impegno, lo spirito di squadra e la fatica. L’impatto culturale, invece, si riscontra nel miglioramento della capacità organizzativa, coinvolgendo giovani risorse locali.

foto(80)

6^ TAPPA GIRO D’ITALIA

Giovedì 9 maggio 2013 Margherita di Savoia

 

 

Programma:

 

13.30- 13.45: apertura attività e aggiornamenti in diretta dalla corsa + eventuali attività proposte dal comitato tappa

 

13.45-14.00: presentazione del progetto BiciScuola dedicato ai bambini delle scuole primarie

Premiazione delle 2 classi vincitrici sul podio del Giro d’Italia

 

14.00-14.30: Gazzetta Cycling Cupà attività rivolta ai bambini delle scuole giovanili di ciclismo con sprint in batteria sul rettilineo d’arrivo

 

14.30-15.30: attività di intrattenimento e sampling deglisponsor, intervallate da pillole di cronaca della tappa

 

15.30-15.45: CAROVANA  à sfilata e sampling deglisponsor

 

15.45-16.00: Attività Balocco, sponsor della Maglia Rosa

 

16.30 circa: 1^ passaggio della corsa

 

17.00 circa: 2^ passaggio della corsa

 

17.15 circa: ARRIVO DELLA CORSA

 

 

A seguire le premiazioni ufficiali di:

-       VINCITORE DI TAPPA

-       MAGLIA ROSA (Leader della classifica generale)

-       MAGLIA AZZURRA (Leader della classifica dei gran premi della montagna)

-       MAGLIA ROSSA (Leader della classifica a punti)

-       MAGLIA BIANCA (leader della classifica del miglior giovane)

-       WINNING TEAM

-       SUPER TEAM

-       Consegna del Labaro della Tappa a un rappresentante del comitato tappa

 

Al termine del cerimoniale, al quartier tappa allestito presso Liceo Scientifico Statale "Aldo Moro", si svolgerà la conferenza stampa del vincitore di tappa e della maglia rosa.

 

L’open village sarà aperto al pubblico dalle ore 14.00 alle ore 19.00, con l’animazione di R101.

 

(gelormini@affaritaliani.it)

Tags:
giro d'italiacarluccimargherita di savoiahotel delle termepugliarosatappa
i blog di affari
Reddito di cittadinanza, chi lo percepisce non ottiene l'assegno divorzile
di Francesca Albi*
FONDI PER ICT, CRISI, RETI CONTRO FURTI BENI CULTURALI, CONTRO OMOFOBIA
Boschiero Cinzia
Smettere di fumare: 5 step da seguire
Anna Capuano
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.