A- A+
PugliaItalia
Il nordic walking di Michele Emiliano (di A. Gelormini)

di Antonio V. Gelormini

Deve avere una sorta di insofferenza per i percorsi lineari e le scorciatoie Michele Emiliano, se ancora una volta per affrontare il tratto di strada che collega Corso Vittorio Emanuele a Lungomare Nazario Sauro, a Bari, ha prima immaginato di passare da Bruxelles, per poi ripiegare - oggi - apprestandosi a prendere la rincorsa, più prossima ma comunque lunga, dal promontorio dauno del Gargano.

L'annuncio del "Sindaco assessore" a San Severo, durante la cerimonia d'insediamento dell'Assessore sindaco a Bari, avrà pur avuto i tratti inopportuni dell'ineleganza istituzionale, ma ha decisamente sparigliato, alla maniera del "ciclone Emiliano", l'intero quadro politico regionale.

L'accettazione della proposta del sindaco sanseverese, Francesco Miglio, di averlo in giunta come Assessore alla Sicurezza, Legalità e Trasparenza, oltre ad avere il sapore della mossa ben pianificata e niente affatto improvvisata, soddisfa molte delle esigenze dell'ex magistrato e segretario regionale del Pd, ma soprattutto consente a Michele Emiliano alcune aperture a proiezione lunga sulla scacchiera elettorale, in vista dell'appuntamento regionale del 2015.

emiliano vittoria
 

L'arrivo del Segretario Regionale del Partito Democratico a San Severo è, in primis, la risposta al Pd provinciale di Foggia - non tanto nelle sue espressioni ufficiali ed odierne di dirigenza, quanto nelle agguerrite 'cariatidi di apparato' che ancora ne condizionano scelte e strategie - per essere stata l'unica realtà territoriale ad aver sbagliato quasi tutto e ad aver registrato disastrosi risultati in controtendenza, quando dappertutto il cosiddetto "effetto Renzi" ha gratificato il partito oltre ogni aspettativa.

Un flop a Foggia, un'occasione persa a Orta Nova, uno scivolone a Lucera e una pezza a colore a San Severo, per rimanere solo nei grandi centri, che dimostrano quanto urgente sia non il repulisti rottamante dell'ex sindaco fiorentino, quanto una vera e propria 'rivoluzione' copernicana, che riesca a riaffermare il primato della rotazione planetaria, anche nei confini locali, sulla radicata inamovibilità di baroni, caporali e integralisti di partito.

Emiliano1
 

Affidare ad Emiliano l'assessorato delicato della Trasparenza, Legalità e Sicurezza di una città come San Severo, vittima della microcriminalità organizzata - ma anche succube delle metastasi mafiose del Gargano - ha la valenza doppia di una risposta forte al territorio e di una legittimità certificata per l'azione politica locale, fino ad oggi marcatamente condizionata dal Consigliere regionale Dino Marino.

La lunga marcia verso l'auspicata presidenza della Regione Puglia di Michele Emiliano ha bisogno di numeri larghi, e la prateria del Tavoliere potrebbe rivelarsi molto utile nel gioco di equilibrio delle maggioranze e degli eletti, meno in quello di valore assoluto del numero di consensi, per bilanciare le spinte salentine già divise tra la fidelizzazione a Raffaele Fitto e gli entusiasmi agro-alimentari a sostegno dell'ipotesi Dario Stefàno.

All'ex sindaco di Bari piace l'avanzata da "Quarto stato" stile Pelizza da Volpedo, una marcia rivelatasi vincente nel capoluogo levantino per ben due volte, ma dovendola declinare nelle forme più moderne e più consone a un tessuto sociale più  dinamico e più abituato ai ritmi della fibra ottica, ha scelto di impostarla con la disciplina agonistica più contemporanea, che proprio dal Gargano ha cominciato a lanciarsi tra il grande pubblico del Sud: il Nordic walking. Il passo che saprà impostare, conoscendo il soggetto, sarà decisamente spedito, sostenuto e incalzante. Il Lungomare Nazario Sauro sarà solo il traguardo della nuova e avvincente tappa politica!

(gelormini@affaritaliani.it)

Tags:
emilianosan severomiglioassessorepd
Loading...
i blog di affari
Casaleggio e i 5Stelle: quel sospetto sulle ricandidature
Premio Golia 2021: straordinaria partecipazione
Laurea bruciando i tempi? Prima bisogna risvegliare la passione per la cultura
L'OPINIONE di Diego Fusaro
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.