A- A+
PugliaItalia
Ilva, Tribunale Taranto 'No al risarcimento'

"L'inquinamento dello stabilimento Ilva non ha causato la malattia denunciata. E il mancato ampliamento delle
collinette ecologiche da parte di Comune e Provincia di Taranto non ha influito sulla situazione ambientale del rione Tamburi".

Lo dice in una sentenza il Tribunale civile di Taranto (presidente Pietro Genoviva) che ha rigettato sia la richiesta di una donna, residente ai Tamburi, che aveva fatto causa all'Ilva per la sua malattia e chiesto un risarcimento danni, sia la chiamata in causa degli enti locali da parte dell'ex direttore dello stabilimento, Luigi
Capogrosso, coinvolto nella vicenda insieme all'ex presidente della societa', Emilio Riva.

Nella denuncia al Tribunale di Taranto finalizzata ad ottenere un risarcimento per la malattia contratta, la
donna aveva evidenziato che "dopo aver respirato sin da piccola tutte le grandissime quantita' e varieta' di sostanze chimiche e minerali emesse dall'Ilva, si ritrovava affetta da una grave malattia
totalmente invalidante".

La perizia medico-legale disposta dal giudice ha invece accertato che la patologia che dal 2004 ha colpito
la donna, è "di origine autoimmune e quindi del tutto non correlabile con sostanze in ipotesi, anche nocive e/o inquinanti, provenienti dallo stabilimento Ilva ed in genere con esposizioni a polveri e gas di provenienza industriale".

Inoltre, si legge nella sentenza, la patologia denunciata "non è nemmeno astrattamente correlabile con le sostanze ritrovate nell'esame del capello e delle urine, effettuate nel giugno 2011, e giudicate peraltro scarsamente attendibili, specie per quanto riguarda i rilevati valori dell'arsenio che, se reali, sarebbero stati esiziali per qualunque essere umano".

Tags:
ilvatarantoammalatatribunalerisarcimento
Loading...
i blog di affari
Covid, lo smart working è il paradiso soltanto per i gruppi dominanti
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Lotta contro il razzismo, l'ennesimo strumento di controllo del tecnocapitale
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Riminaldi incontra il Guercino e i giganti del Barocco
Gian Maria Mairo
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.