A- A+
PugliaItalia
La favola spezzata della Chapecoense

di Mauro Pulpito

"SE MORISSI ADESSO, MORIREI FELICE!" (Caio Junior - allenatore della Chapecoense). Lo aveva detto al triplice fischio della semifinale di ritorno con il San Lorenzo in Copa Sudamerica.

Real Chapecoense
 

Cinque anni prima quella squadra era in D. Ora, sfidando tempi, soldi, realismo, strutture...aveva raggiunto una finale continentale.

La prima, impensabile, della sua storia. Una storia di sport e amicizia anacronistica...cinque volte quella del Leicester!

Per capirci, come se il Grottaglie fra cinque anni si qualificasse per la finale dell'Europa League.

Avevano trasformato l'utopia in realtà. Quello era il volo verso il sogno. Quella era la madre di tutte le partite.

E a giocarsela, era arrivata la periferia pura, la retrovia intrusa, la classe operaia.

E invece...proprio a quella squadra, proprio a QUEL volo...!!!

Erano già degli eroi. Assoluti.

È una storia pazzesca, un disegno inquietante, una trama unica, una tragedia toccante. Una favola vera...un finale da brivido. E 71 storie spezzate.

 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
mauro pulpito favola spezzata real chapecoense luttobrasile squadra sorrisi vite spezzate real chapecoense
i blog di affari
Giustizia civile: ok celerità ma attenzione ai diritti fondamentali
DONAZIONI DI SANGUE, AIUTI E PROGETTI PER AGRICOLTURA E BIOGAS
Boschiero Cinzia
Atti fiscali illegittimi: Convegno a Milano il 20 maggio
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.