A- A+
PugliaItalia
Le storie candies di Mc Candy 'Cara e amata, ti scrivo...'

Mark Mc Candy, al secolo Marco De Candia, non è un fornaio ma ha cominciato a sfornare - anche per Affaritaliani.it - delle originalissime "pizze" dai condimenti più impensabili e colorate, come dei veri e propri 'candies': pillole di buonumore per contribuire a rasserenare gli animi e stimolare simpaticamente la riflessione nel bailamme dei messaggi incrociati e nella freneticità dei ritmi da fibra ottica (ag).

DeCandia big
 
Mi manchi. Non ho altre parole…mi manchi… non voglio scriverti su whatsapp, non voglio chiamarti al telefono, non voglio sentirti su skype…voglio scriverti una lettera di carta.
 
Voglio scriverti come si faceva trenta, quaranta e cinquanta anni fa…voglio riempire un foglio bianco con le parole che ho imparato sui libri, quelle che ho sentito al cinema, quelle che ho sentito alla radio ed alla televisione.
 
lettera whatsapp
 
Voglio scriverti perché così non puoi interrompermi e non posso essere disturbato da qualcuno che mi vuole proporre di passare da Tim a Vodafone.
 
Voglio scriverti perché così posso pesare le parole e non sbagliare il modo o il tempo per dirti una cosa importante.
 
Voglio scriverti per dirti che è giusto ma anche sbagliato, che è bello ma anche brutto, che per me sei tutto ed il contrario di tutto.
lettera tracce
 
 
Voglio scrivere che non saprei come potrebbe essere senza di te. Non saprei come fare…non saprei dove andare…
 
Ma è vero anche che con te ho imparato a stare senza di te e a sapere dove andare anche se tu non ci sei. Perché ormai ci sei sempre e sei parte di me e io lo sono di te. Voglio scriverti perché una lettera è una cosa che rimane, che si mette in una busta, che si mette un francobollo (ma esistono ancora?) e poi si mette in una scatola o in un libro……..e dopo 50 anni la trovi lì e chi la legge è come se l’avessero scritta a lui o lei.
 
lettera scritta

 
Voglio scriverti perché mi piace se bagno il foglio con una lacrima, che deforma le parole ma le rende più romantiche.
 
Voglio scriverti perché so che la leggerai cento volte, e ancora cento volte ed altre cento ancora. Voglio scriverti una lettera perché ormai i postini consegnano solo bollette da pagare e avvisi di raccomandate……..
 
Voglio scriverti perché mi fai sempre aspettare….. ed ora sono giù in auto e vedo la tua finestra accesa…. e sei ancora lì che ti prepari……ora la vado a imbucare…….sono sicuro che ti troverò giù e mi dirai “ma non dovevi essere già qui?...” e io ti dirò “ma amore sono arrivato puntuale e nell’attesa che scendessi ti ho pure scritto una lettera e l’ho imbucata…” e tu mi sorriderai dicendo “ sei un bugiardo……...”.
DeCandia sax
 

Mark Mc Candy - MarK Mc Candy e non Marco De Candia... perchè?

Non lo so. O meglio lo so. A quindici anni, quando ero molto più magro, giocavo a calcio come Nino con la scarpette di gomma dura. Facevo il terzino e fluidificavo sulla fascia. I compagni, forse facendo riferimento a qualche campione scozzese dell’epoca, mi diedero questo soprannome cambiando il mio nome e cognome nella versione “scottish”. Ho continuato a fluidificare per qualche anno ancora. Il peso degli anni e dei chili non mi consentiva più di ritornare. Partivo e non tornavo. E questo nel calcio non è buono. Oggi mi diverto a vedere mio figlio Giulio che gioca ma lui e i suoi compagni fanno le “ripartenze” e non fluidificano…altro gioco, altri schemi. Quindi stando fermo ho iniziato a scrivere. Ho provato a scrivere mentre fluidificavo ma non riuscivo a tenere la penna sul foglio e venivano delle schifezze. (www.mccandy.it)

-------------------------------

Pubblicato in precedenza: Le storie candies di Mc Candy 'La crisi aziendale'

                                       Le storie candies di Mc Candy 'Mai addormentarsi a cinema'

                                       Le storie candies di Mc Candy "Lotte di classe nel salone"

Iscriviti alla newsletter
Tags:
mc candy marco de candia storie candies lettera scrivomini storie mc candy penna scrittura francobollo
i blog di affari
Quirinale, il dopo Mattarella: a Palazzo Chigi serve Draghi o un suo affine
L'OPINIONE di Ernesto Vergani
Il 25° brano dei Jalisse presentato al Festival di Sanremo 2022
CasaebottegaJalisse
Relazione extraconiugale, la mia amante sa che sono single. Rischio un reato?
di Avv. Francesca Albi*
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.