A- A+
PugliaItalia
Manovre a destra, ipotesi Ventola? Verso i gazebo ma Ncd aspetta

Bari – L’obiettivo dichiarato è battere sul tempo il centrosinistra e incoronare il candidato Governatore entro metà ottobre, con oltre un mese di vantaggio sugli avversari: il centrodestra accorda il via libera ai gazebo per le regionali e si prende sette giorni di tempo per ufficializzare la data e sciogliere i dubbi degli alleati: quelli dell’Udc ma anche degli alfaniani di Massimo Cassano, che aspettano l’assemblea nazionale di sabato prossimo. La road map segna in rosso lunedì 28, termine entro il quale i segretari di FI, Puglia prima di tutto, Ncd, Movimento schittulli, FdI e Psi si rivedranno per ratificare: “Prima la coalizione e poi i nomi”, continua a ripetere come un mantra, Antonio Distaso.

Silvestris sprona la destra: "Già decisa la sconfitta?"Ncd: “No trattativa a sinistra”. Due outsider in campo?/ Schittulliani disposti a gazebo/

E invece si parla anche di nomi. Non formalmente, visto che delle regole comuni si occuperà un tavolo tecnico ad hoc, ma alle singole formazioni spetta ugualmente valutare il numero di attaccanti spendibili e le modalità per lanciarli nell’arena. Almeno in apparenza, l’accelerazione avvantaggia chi si è già portato avanti con il lavoro, come Francesco Schittulli, che continua a lanciare ponti e alleanze sui territori, ma anche gli azzurri hanno più di una opzione disponibile: in primis appoggiare direttamente l’oncologo gravinese, oppure scegliere in casa propria tra le variabili a disposizione.

L’ultimo rumours porterebbe a Francesco Ventola, non ancora sondato, quarantatreenne ex Sindaco di Canosa e presidente della Bat: fattore anagrafico ed esperienza amministrativa giocherebbero a suo vantaggio. Se non fosse che nella provincia a tre teste sta preparando il terreno anche Nino Marmo, sperando negli ex aennini, e da Bisceglie è pronto l’ex europarlamentare Sergio Silvestris. Dall’aula di Via Capruzzi, con meno chances, ad Ignazio Zullo non dispiacerebbe passare dai banchi dell’opposizione a quelli del Governo, mentre a sud del Tacco i beninformati danno come poco probabile l’opzione leccese Perrone.

FI chiama gli alleati. Cdx alla prima conta/Schittulli frena: "Primarie? Prima le regole"/Fitto vuole le primarie. Ncd: "Proposta tardiva"

E gli altri? “Pochi giorni ancora e finalmente decideremo sul nostro futuro politico, quello dei moderati e popolari italiani. Qualsiasi sarà la decisione mi adeguerò alla maggioranza del partito”, dribbla le polemiche il brindisino Massimo Ferrarese, che aveva provveduto a frenare sul placet accordato da Cassano al vertice in mattinata, ribadendo la necessità di un passaggio preliminare interno all’assemblea. In compenso, i veti da sinistra all’ingresso eventuale di Ncd in coalizione pesano e l’ex inquilino di Palazzo De Leo non si tirerebbe indietro, se servisse schierarsi in prima persona. Almeno quanto il senatore molfettese Azzollini, vicino a Renato Schifani e tentato dall’azzardo. Aspettando che dalla Capitale - con Raffaele Fitto ritemprato dall’ipotesi di primarie nazionali - il Cavaliere o l’ex delfino, Alfano, ne dicano di più.

(a.bucci1@libero.it)

Tags:
regionalischittullipugliaforza italiafittocassanoferraresedistasoperronesilvestris
i blog di affari
Sindacalista ucciso, la solitudine dei lavoratori nello spirito del tempo
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Alternanza scuola-lavoro, diciamo basta all'istruzione turbocapitalistica
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Il “vecchio” Biden indica i nemici Cina e Russia
Di Ernesto Vergani
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.