A- A+
PugliaItalia
Mattarella: 'La Costituzione si difende applicandola'

di Antonio V. Gelormini

Guardavo il Presidente, Sergio Mattarella, giurare in Parlamento e mi tornava alla mente Pietro Scoppola, il suo impegno civile, la sua dirittura d'azione politica, la sua dedizione alle ragioni dell'Ulivo e del centrosinistra. Lo guardavo e avevo la netta sensazione che somigliasse a uno dei personaggi di Leonardo Sciascia e fosse uscito direttamente dal ritiro spirituale di Todo Modo.

IMG 6317
 

"La Costituzione si difende applicandola!", è stato uno dei passaggi più significativi del suo discorso "senza retorica", è stato detto da più parti. Molto più di quello sull'arbitro e sull'imparzialità garantita. Mi chiedo, infatti, dove sta la notizia, che invece sta aprendo tutti i TG, e semmai un neo-presidente avesse potuto dire il contrario.

"Difendere la Costituzione, applicandola, significa garantire il diritto al futuro dei nostri "ragazzi", attraverso il diritto allo studio per tutti", per cui l'impegno e l'attenzione massima verso la Scuola. Ecco un richiamo a qualcosa che Parlamento e forze politiche stavano facendo scivolare nel recinto delle cosiddette priorità secondarie.

Insieme all'azione comune con l'Europa per la lotta alla criminalità organizzata e all'esortazione a praticare nei fatti il recupero della centralità legislativa del Parlamento, facendo rientrare nell'alveo della straordinarietà e non della quotidianità l'esercizio della decretazione d'urgenza.

Oggi la speranza ha vestito i colori istituzionali della Costituzione!

Emozionante prima, durante il discorso in Parlamento, il fermo riferimento alla mafia e alle figure eroiche di Falcone e Borsellino e poi al Quirinale lo scambio di saluti e di ricordi con il presidente del Senato, Pietro Grasso. Rassicurante e stimolante riconoscerli come una sorta di "antidoti siciliani" a Palazzo.

La successione in rima al Colle - che vede Sergio dopo Giorgio - assicura la continuità istituzionale, ma la rivoluzione dell'innovazione fa già capolino tra le righe di un discorso che non cerca effetti, tranne quello di preannuncian un rigoso e imparziale uso del "fischietto".

Auguri, Presidente Mattarella.

(gelormini@affaritaliani.it)

 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
costituzionedifendemattarella
i blog di affari
Covid, Lancet smonta le tesi che stigmatizzano i non vaccinati
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Draghi-Schwab, vis a vis due protagonisti dell'ordine neoliberale filobancario
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Violenza donne, la maratona radiofonica che dà voce alla lotta agli abusi
L'opinione di Tiziana Rocca
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.