A- A+
PugliaItalia
Michele Emiliano: “Positivo l'incontro con il Movimento 5 Stelle”

Michele Emiliano ha incontrato Antonella Laricchia (M5S) con riferimento alla discussione sulla legge elettorale in seno al Consiglio regionale pugliese. Non essendo potuto intervenire all'incontro il candidato del centro destra Schittulli, Emiliano si è comunque reso disponibile a riaprire la riflessione sul tema anche in sua presenza.

Pur nella diversità di schieramento, Emiliano e Laricchia hanno trovato diversi punti di incontro. Entrambi contrari alla soglia dell'8%, intendono approvare una legge regionale per istituzionalizzare le primarie, condividono la necessità di mandare segnali forti su legalità e trasparenza rispetto alla composizione delle liste.

"La soglia di sbarramento all'8% del limite di coalizione, proposta dal centro destra è molto alta - ha detto Emiliano - ed io sono favorevole a mantenerla agli attuali livelli (5%), stabilendo peraltro un abbassamento della soglia per le liste al 3%. Questo per garantire massima democrazia e rappresentatività all'interno del Consiglio regionale, dando spazio anche a quei partiti o movimenti più piccoli che sono ugualmente presenti e attivi sui territori, oltre che per evitare dubbi di costituzionalità e lesioni dei diritti delle minoranze".

foto incontro Emiliano Laricchia 2
 

"Inoltre  - ha proseguito  Emiliano - rilevo con molto piacere il fatto che con il Movimento 5 Stelle abbiamo trovato un'intesa sull'ipotesi di presentare una legge sulle primarie. Sappiamo che oggi la nostra capacità di influenzare il voto del Consiglio regionale è molto relativa, non facendone parte. Quando saremo eletti però potremo farlo".

I due candidati hanno anche parlato della necessità di dare segnali forti in tema di legalità rispetto alla composizione delle liste. Per Emiliano il rigore nell'individuazione dei candidati è fondamentale: "Alle liste civiche a mio sostegno ho già dato indicazione di applicare criteri ancora più rigidi rispetto a quello stabiliti dal codice etico del Pd. Per quanto riguarda invece il Partito Democratico dovremo rispettare quel codice etico nazionale che, a mio avviso, va ulteriormente modificato, come ho chiesto pubblicamente al presidente Orfini, affinché le liste siano inattaccabili sotto l'aspetto della legalità".

Il dialogo con il M5S non dà vita ad alleanze o inciuci di sorta, ma ad una assunzione comune di responsabilità: "L'incontro di oggi ha importanza soprattutto perché  PD e M5S, attraverso al voce dei loro candidati, hanno trovato alcuni punti di convergenza che possono costituire una traccia per il lavoro del nuovo Consiglio regionale. Mi auguro che in futuro le regole del gioco possano essere costruite per tempo, attraverso un dialogo leale tra le forze politiche, come quello che si è verificato oggi".

Su un punto non si è trovata l'intesa e riguarda la doppia preferenza di genere che viene giudicata da Laricchia uno strumento non sufficiente a garantire la parità uomo-donna: "Come ho già dichiarato - ribadisce Emiliano - per me invece l'introduzione della doppia preferenza di genere rappresenta un primo passo necessario per garantire maggiore parità".

"La riunione odierna - ha concluso - non servirà forse ad aiutare i consiglieri regionali uscenti a votare la migliore delle leggi elettorali, ma certamente servirà al  prossimo Consiglio regionale a dar vita a leggi che siano condivise tra Pd e M5S, ferma restando la dichiarata volontà di entrambe le parti a non stringere alleanze politiche tradizionali, preferendo la strada dell'esame congiunto dei singoli problemi e la leale e trasparente individuazione dei punti di convergenza, al solo fine di migliorare la qualità di governo e della legislazione regionale".

(gelormini@affaritaliani.it)

Tags:
emilianom5sincontrobariregionalidonne
i blog di affari
Cartelle esattoriali: quali anni d’imposta può chiedere il Fisco?
Dalla pandemia alla Nato, il doppiopesimo egocentrico della Svezia
Di Massimo Puricelli*
Giustizia civile: ok celerità ma attenzione ai diritti fondamentali
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.