A- A+
PugliaItalia
Ncd non molla sui Municipi Via libera a Melchiorre vice

Bari – Il primo round si è concluso con un niente di fatto ma il tavolo tornerà a riunirsi già questo pomeriggio e i beninformati dicono possa essere risolutivo. “Non voglio conquistare Bari, ma amministrarla, insieme  ai cittadini. Sono abituato a portare a casa i risultati, come per gli Aeroporti”, aveva dichiarato Mimmo Di Paola alla vigilia, nella tappa a Carbonara del suo tour, ed è lui a provare a dettare la linea anche sulle questioni aperte nel centrodestra: manifestazione di coalizione entro dieci giorni, blindatura pubblica dell’unità dei partiti e ufficializzazione del ticket con Filippo Melchiorre, chiede l’ingegnere. E se su questi fronti la strada sembra poter essere in discesa, la fumata nera è ancora sui Municipi.

A SORPRESA/ Melini con Decaro e verso un Municipio?/ FI rilancia Melchiorre vice 
e fa i conti sulle presidenze
/ "No a geometrie variabili"

La proposta licenziata da Forza Italia, sulla quale avevano fatto quadrato anche schittulliani, Puglia Prima di Tutto, Psi, socialdemocratici, gli indipendenti di Cipriani e i piccoli “Io per Bari” e “Lavoro per Bari”, non va giù agli alfaniani: una sola presidenza non basta e ed è da valutare quale sia lo slot in ballo. In cima ai desiderata - ma per nulla facile da ottenere - resta la mega circoscrizione che va dal Libertà a Torre a Mare - passando per Murat e Madonnella – già feudo di Mario Ferorelli e Dino Tartarino.

Antonio Decaro potrebbe schierare addirittura Irma Melini, dopo averne formalizzato il passaggio, ed in lizza dall’altra parte di campo non mancano i nomi di altri ex aennini di lungo corso come Michele Roca o Massimo Posca, così come allettante potrebbe essere l’ipotesi Fanelli, (molto) vicino a Schittulli ma capace di pescare dallo stesso bacino di voti che Raffaele Fitto eroderebbe volentieri alla pattuglia di Massimo Cassano. “Puntiamo su genere, rinnovamento, consenso e qualità”, ha ribadito Di Paola circa i criteri di scelta, per non dire di una indiscrezione che vedrebbe scontento e piuttosto alterato, nel backstage, anche l’azzurro Miniello, subentrato tra i banchi del Consiglio al posto di Simeone Di Cagno Abbrescia.

Schittulli azzera le voci/ Fumata nera sull'accordoMunicipi e FdI agitano cdx/  Ncd, sì a Di PaolaUltimatum Ncd, da Fi mandato a Di Paola

Cederanno i forzisti alle richieste degli alfaniani o ci si avvia ad un finale di campagna da separati in casa? E, a quel punto, si tornerebbe davvero allo schema prospettato dal senatore barese, con la corsa in solitaria ai Municipi ma l’appoggio garantito al leader di Impegno Civile? “La vera esigenza dei quartieri, oltre alle istanze che mi sottoponete e che prenderò in seria considerazione, è quella di dare un’identità a quelle che oggi sono le periferie. I municipi devono autodeterminarsi”, promette Di Paola ai cittadini, ma prima bisogna passare dalle urne.

(a.bucci1@libero.it)

Iscriviti alla newsletter
Tags:
municipibaridi paolacoalizionemelchiorrecentrodestra
i blog di affari
LIBRI/ Il Grand Tour di Stefano Veraldi, dermatologo vagabondo
Di Ernesto Vergani
Vaccini obbligatori ai bambini, che cosa fare quando l'ex coniuge si oppone
di Avv. Maria Grazia Persico*
Green Pass, uno strumento di discriminazione e di controllo biopolitico
L'OPINIONE di Diego Fusaro
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.