A- A+
PugliaItalia
Paccione si ferma all'1,5% "Non ci arrendiamo"

Gli occhi del centrosinistra sono tutti puntati su quell'1,49% che ha raccolto la lista #convochiamociperbari, con Luigi Paccione leader, mentre il risultato finale di Antonio Decaro non si schioda dall'invalicabile frontiera del 49,38% che lo costringe al ballottaggio con Mimmo Di Paola e ad altre due settimane di campagna elettorale. Ma è l'esercizio salutare della democrazia e non saranno i rimpianti inutili a metterne in discussione virtù e salvaguardie.

"Ringrazio tutte e tutti per il sostegno offertoci", afferma in una nota diffusa Luigi Paccione. "Questa campagna elettorale ha consentito di sviluppare importanti ragionamenti che occorre difendere e promuovere a tutela dei diritti individuali e collettivi".

"Siamo una minoranza che non può arrendersi!", ha continuato, "non entriamo in consiglio comunale, ma potremo ugualmente sviluppare forme avanzate di contropotere basate sulla militanza dei saperi al servizio dei beni comuni".

E poi conclude: "Il mio impegno prosegue con voi tutti, nella consapevolezza che la nostra esperienza potrà essere la base di partenza per una nuova stagione politica, basata sulla sovranità della cittadinanza sociale nell'uguaglianza dei diritti e delle pari opportunità".

(gelormini@affaritaliani.it)

 

 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
paccionecomunalibari#convochiamociperbari
i blog di affari
Quirinale, il dopo Mattarella: a Palazzo Chigi serve Draghi o un suo affine
L'OPINIONE di Ernesto Vergani
Il 25° brano dei Jalisse presentato al Festival di Sanremo 2022
CasaebottegaJalisse
Relazione extraconiugale, la mia amante sa che sono single. Rischio un reato?
di Avv. Francesca Albi*
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.