A- A+
PugliaItalia
Paolo Sisto alla Consulta Si risentono i rumors

Tornano i rumors su Francesco Paolo Sisto, parlamentare di Forza Italia e Presidente della Commissioni Affari Costituzionali della Camera dei Deputati, nonchè pilastro del collegio difensori di Silvio Berlusconi, per la nomina a Giudice Costituzionale. Un'ipotesi già paventatasi qualche mese addietro, e che ora potrebbe assume i contorni della concretezza.

Cea
 

Se il penalista barese lascerà il seggio a Montecitorio, lo farà a favore del primo dei non eletti:  Domenico Cea, detto Ninni, già Consigliere Comunale e leader dell’opposizione di Centro destra durante i due mandati di Michele Emiliano a Bari.

Dato il momento piuttosto "vivace" in Forza Italia, il neo parlamentare Cea si è affrettato a confermare che se la nomina dovesse essere ufficializzata lui aderirà al gruppo parlamentare di Forza Italia. Per cui, la linea filoberlusconiana in Puglia si consoliderebbe. Se Francesco Paolo Sisto poteva essere considerato un probabile "pontiere", la qualità risulta meno consona a Ninni Cea. Un segnale o ulteriore messaggio in codice per "I Ricostruttori" di Raffaele Fitto?

 

 
Tags:
sisto consultaceaberlusconi
Loading...
i blog di affari
Riminaldi incontra il Guercino e i giganti del Barocco
Gian Maria Mairo
PROGETTI PER CARCERI, GIUSTIZIA, VOLONTARIATO, CINEMA, DONATORI SANGUE
Boschiero Cinzia
Aggio esattoriale da abolire: denuncia di PIN
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.