A- A+
PugliaItalia
DSC 2823

Sulle note di uno dei capolavori più rappresentativi del patrimonio operistico italiano, "Rigoletto"  di Giuseppe Verdi : il compositore più illustre della tradizione musicale nazionale, il sipario del Teatro Petruzzelli si apre sul grande palcoscenico del web e in un attimo riflette nella rete telematica le luci,  i riverberi e il fascino del politeama barese e della sua produzione artistica.

Lo spettacolo inaugura la nuova partnership annuale fra Telecom Italia e Fondazione Lirico Sinfonica Petruzzelli e Teatri di Bari, che oltre a creare le premesse per un futuro digitale, che possa consentire le dirette nei circuiti delle grandi sale cinematografiche, prevede già nell'immediato tre diversi progetti di cultura  digitale.

OperainWeb: Telecom Italia trasmetterà in streaming live e on demand le prime di due opere della Stagione 2013:

Rigoletto di Giuseppe Verdi, in cartellone il 31 maggio 2013 e La sonnambula di Vincenzo Bellini, in programma il 14 settembre 2013.

I due titoli saranno preceduti da una guida introduttiva che offrirà al pubblico del web una serie di contenuti speciali alla scoperta della magia dello spettacolo.

DSC 2930

OperainClasse: Telecom Italia e Fondazione Petruzzelli hanno realizzato il 27 maggio uno spettacolo didattico dedicato a Rigoletto e pensato per i ragazzi delle scuole primarie e secondarie di primo grado, con l’obiettivo di avvicinarli al mondo dell’opera in modo coinvolgente. Il musicologo Giovanni Bietti sul palcoscenico del Petruzzelli ha raccontato ai piccoli studenti la storia del Rigoletto, offrendo una guida all’ascolto ad hoc dei brani più significativi del capolavoro verdiano.

“Italia x 10”: il Teatro Petruzzelli ospiterà un appuntamento del progetto Italia x 10 di Telecom Italia, selezionando 10 giovani talenti del mondo musicale che avranno 7 minuti ciascuno per raccontarsi e 3 minuti per rispondere alle curiosità del pubblico.

Italia x 10 ha lo scopo di far emergere talenti rigorosamente italiani, attraverso le nuove tecnologie. Una piattaforma reale e virtuale per raccontare come sia possibile, oggi, credere nelle proprie passioni e renderle occasioni di successo.

L’evento sarà disponibile in streaming su italiax10.telecomitalia.com

Marcella Logli, Responsabile Corporate Identity & Public Relations e Segretario Generale della Fondazione Telecom Italia, riprende le osservazioni espresse in merito dal Commissario Straordinario, Carlo Fuortes:

“La valorizzazione delle Cultura è un tema chiave per il nostro Paese, e l’utilizzo delle tecnologie digitali ne costituisce un volano importante per la diffusione a livello mondiale. Telecom Italia, che per prima e da anni contribuisce a questo processo virtuoso con partner quali, tra gli altri, Accademia Nazionale di Santa Cecilia, il Maxxi e Fondazione RomaEuropa, da oggi mette a disposizione di Fondazione Petruzzelli tutta la sua esperienza nella diffusione digitale di contenuti d’eccellenza.

Connettere pubblici diversi grazie alla pervasività del web stimola e vivacizza l’accesso ai patrimoni culturali e genera modalità di comunicazione innovative e virali, come testimoniano centinaia di migliaia di appassionati collegati in live streaming durante i nostri appuntamenti culturali e migliaia di conversazioni sviluppate sui social network.”

Il melodramma in tre atti di Giuseppe Verdi (1813-1901) su libretto di Francesco Maria Piave è tratto dal dramma Le roi s’amuse di Victor Hugo e fu rappresentato per la prima volta al Teatro La Fenice di Venezia, l’11 marzo del 1851.

La nuova produzione della Fondazione Lirico Sinfonica Petruzzelli e Teatri di Bari, come ricordato dal Commissario Fuortes, è frutto del progetto “Opera Nuova” che nasce con lo scopo di coinvolgere giovani cantanti sotto i trent’anni selezionati sulla base di un “call for proposals” e di audizioni, affiancati da affermati professionisti nel ruolo del titolo.

DSC 2841

Daranno vita allo spettacolo: nel ruolo de Il Duca di Mantova Fabrizio Paesano (31 maggio, 5, 8, 10 giugno) e Alessandro Scotto di Luzio (2, 4, 7, 9 giugno), in quello di Rigoletto Stefano Antonucci (31 maggio 2, 5, 8, 10 giugno) e Yanni Yannissis (4, 7, 9, giugno), Gilda sarà interpretata da Mariangela Sicilia (31 maggio, 5, 8, 10 giugno) e Sofia Mchedlishvili (2, 4, 7, 9 giugno), Sparafucile da Emanuele Cordaro (31 maggio, 5, 8, 10 giugno) e David Cervera (2, 4, 7, 9 giugno), Maddalena da Marianna Vinci (31 maggio, 4, 8, 10 giugno) e Sofia Janelidze (2, 5, 7, 9 giugno). Olga Podgornaya sarà Giovanna, Gianfranco Cappelluti canterà il Conte di Monterone, Antonio Muserra interpreterà Marullo, Raffaele Pastore sarà Matteo Borsa, Rocco Cavalluzzi il Conte di Ceprano, Teresa Caricola la Contessa di Ceprano, Carlo Provenzano l’Usciere e Caterina Daniele il Paggio.

Maestro del Coro della Fondazione Petruzzelli Franco Sebastiani.

Scene, costumi e disegno luci saranno curati da Denis Krief.

Assistente direttore: Elena Rizzo, assistente regia: Pia Di Bitonto, assistente scene e costumi: Angela Vasta.

In replica domenica 2 giugno alle 18.00 (fuori abbonamento), martedì 4 giugno alle 20.30 (turno B), mercoledì 5 giugno alle 20.30 (fuori abbonamento), venerdì 7 giugno alle 20.30 (fuori abbonamento), sabato 8 giugno alle 17.00 (fuori abbonamento), domenica 9 giugno alle 18.00 (turno C), lunedì 10 giugno alle 20.30 (fuori abbonamento).

(gelormini@affaritaliani.it)

 

Tags:
baritelecom verdirigoletto streamingpetruzzelliloglifuortes
Loading...
i blog di affari
Covid, lo smart working è il paradiso soltanto per i gruppi dominanti
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Lotta contro il razzismo, l'ennesimo strumento di controllo del tecnocapitale
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Riminaldi incontra il Guercino e i giganti del Barocco
Gian Maria Mairo
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.