A- A+
PugliaItalia
Petruzzelli, Tosca crepuscolare Nelle tonalità laico-neoclassiche

Una Tosca insolitamente "crepuscolare" in un contesto storico-politico che resta sullo sfondo e nei richiami scenografici "trasversali", e che accentua suggestioni ed emozioni di una regia tutta giocata sul contrasto e sull'eleganza fredda delle tonalità neoclassiche di scuola francese. La sintesi interpretativa efficacemente rappresentata nel manifesto dell'opera: con l'Angelo di Castel Sant'Angelo che sostituisce la spada col pennello dell'artista.

Conferenza stampa Tosca   ph Cofano (1)
 

Otto repliche, fino al 1 giugno per Tosca di Giacomo Puccini, al Teatro Petruzzelli di Bari nell'allestimento della Fondazione Arena di Verona e della Fondazione Teatro delle Muse di Ancona. Con la regia, le scene, i costumi e il disegno luci dello spettacolo di Giovanni Agostinucci e la direzione di Giampaolo Bisanti (24, 25, 26, 27 maggio) e Giuseppe La Malfa (29, 30, 31 maggio, primo giugno) che si alterneranno sul podio dell’Orchestra della Fondazione barese.

Maestro del Coro della Fondazione Petruzzelli Franco Sebastiani, maestro del Coro di Voci Bianche “Vox Juvenes” Emanuela Aymone.

Il melodramma in tre atti di Giacomo Puccini (1858-1924), su libretto di Giuseppe Giacosa e Luigi Illica, tratto dal dramma omonimo di Victorien Sardou, nella lettura del regista parmense - già a Bari prima dell'incendio del Petruzzelli con Gianfranco Zeffirelli che girava le scene de "Il giovane Toscanini" - perde quasi tutti i riverberi di natura politico-religiosa, per lasciare spazio alla laicità illumista e intellettuale che attraversava il momento storico, in cui si dipana la vicenda di Floria Tosca, del Cavalier Mario Cavaradossi e dell'inclemente Barone Scarpia, capo della polizia vaticana.

Regia, scene, costumi e luci, tutte in capo a Giovanni Agostinucci, segnano la cifra artistica di un autentico artigiano del palcoscenico - nel senso più nobile del termine - in un raffinato amalgama di riferimenti greco-romani, di riflessi caravaggeschi, ma soprattutto di tratti neoclassici da Mengs a David a Delacroix fino a Luigi Vanvitelli.

E, in una scala di sfumature grigio e nero, portano in risalto e per contrasto le personalità dei singoli protagonisti, nei colori della pluri-vivacità dei rispettivi caratteri. Arrivando a laicizzare in metafora persino l'apice del Te Deum, portando al centro della scena l'elevazione di Scarpia, che prende il posto dell'Ostensorio, relegato sullo sfondo tra i comprimari di una liturgia dai chiari tratti pagani (gli stessi crocefissi replicano in stile antichi labari romani).

Conferenza stampa Tosca   ph Cofano (8)
 

Ad esprimere tutta la carica romantica ed emozionante della celebre vicenda tra le cappelle di Sant'Andrea della Valle, i fasti austeri di Palazzo Farnese e le galere di Castel Sant'Angelo, il calore della musica di Giacomo Puccini, magistralmente interpretato dalla giovane Orchestra  del Teatro Petruzzelli guidata dalla bacchetta moderna e fedele del maestro Giampaolo Bisanti. Attesa per il cambio di guardia, nelle ultime repliche, col maestro Giuseppe La Malfa.

Ad animare l'alternarsi di voci nelle repliche baresi del capolavoro pucciniano: Susanna Branchini (Tosca 24, 26, 29, 31 maggio), Monica Zanettin (Tosca 25, 27, 30 maggio, primo giugno), che confermano possenza vocale e familiarità col ruolo e gli aneliti di libertà di Tosca.

Il pudore mediterraneo di Dario Di Vietri (Mario Cavaradossi 24, 26, 29, 31 maggio), che sconta una presenza scenica ancora imbrigliata e il piglio latino di Giancarlo Monsalve (Mario Cavaradossi 25, 27, 30 maggio, primo giugno).E poi le performance incisive di Sebastian Catana (Il barone Scarpia 24, 26, 29, 31 maggio), e Giorgio Surian (Il barone Scarpia 25, 27, 30 maggio, primo giugno); nonché le convincenti esibizioni di Antonio Di Matteo (Cesare Angelotti), dell'altro brillante barese Domenico Colaianni (Il Sagrestano), di Massimiliano Chiarolla (Spoletta), di Rocco Cavalluzzi (Sciarrone/ Un carceriere), e del giovane esordio di  Ivana D’Auria (Un pastorello).

Conferenza stampa Tosca   ph Cofano (4)
 

Si replica mercoledì 25, giovedì 26, venerdì 27 maggio alle 20.30, domenica 29 maggio alle 18.00 (tutto esaurito), lunedì 30 maggio e martedì 31 maggio alle 20.30 e mercoledì primo giugno alle 20.30.

I biglietti sono in vendita al Botteghino del Teatro Petruzzelli e on line su www.bookingshow.it. Informazioni: 080.9752810.

(gelormini@affaritaliani.it)

 

- Photo  a cura di Carlo Cofano -

Tags:
teatro petruzzelli toscatosca crepuscolare baritosca tonalità laico-neoclassichetosca giampaolo bisantitosca giovanni agostinuccicalore musica giacomo puccini
i blog di affari
Il “vecchio” Biden indica i nemici Cina e Russia
Di Ernesto Vergani
Faccia a faccia Salvini-Draghi: "Cosa ho chiesto al premier"
Covid, lo smart working è il paradiso soltanto per i gruppi dominanti
L'OPINIONE di Diego Fusaro
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.