A- A+
PugliaItalia
Primarie last minute, FI: “Proposta irricevibile”

Bari – Nel centrodestra pugliese mai avrebbero immaginato di rispolverare i gazebo a poco più di un mese dalle urne e, probabilmente, non se ne farà nulla. La proposta lanciata da Giorgia Meloni, in compenso, terremota ugualmente entrambe le coalizioni in campo: “Proviamo a dedicare una giornata intera, quella di domenica 26 prossimo, ad una grande consultazione popolare realizzando seggi in maniera proporzionale in ciascuna provincia”, azzarda la leader dei Fratelli d’Italia a metà mattinata, ottenendo l’assenso di Francesco Schittulli e il placet di Raffaele Fitto. E se Adriana Poli Bortone derubrica l’ipotesi a sola provocazione e poi nicchia, da Forza Italia il niet è categorico: “Proposta irricevibile, vengano loro su Adriana Poli Bortone che è l'unica in grado di unire il centrodestra”, manda a dire il commissario Gino Vitali.

meloni primarie
 

A vederla in controluce, quella dell’oncologo gravinese e del troncone di coalizione a suo sostegno è la risposta alla reiterata accusa di voler spaccare il fronte dei moderati – favorendo così Michele Emiliano - ed aver preso indebitamente le parti dell’europarlamentare salentino, smettendo i panni  di candidato al di sopra delle parti: “Nessuno accampi scuse organizzative”, chiosa il Vicerè di Maglie, “il voto deve essere aperto solo a chi è iscritto nelle liste elettorali. Dopo di che, ci saranno 5 giorni pieni per ultimare le liste”. “Altrimenti si sarebbe autorizzati a pensare che non è la vittoria elettorale per tornare a guidare il governo della Puglia l'obiettivo che si vuole raggiungere”, cesella il barese D’Ambrosio Lettieri. Un gioco di sponda che non impensierisce minimamente i berlusconiani, duri nel respingere qualsiasi possibilità in materia. “Non tiene conto di un problema preliminare e pregiudiziale, ovvero che il professore Schittulli non può più essere il candidato di Forza Italia perché è stato lui a buttare FI fuori dalla coalizione. Quindi primarie di cosa? E poi non ci sono i tempi, non c'è un regolamento, non c'è una condivisione”, tira dritto il segretario brindisino, provando a incunearsi tra i possibili malumori degli stessi ex aennini autori della proposta, all’indomani del ticket sancito per le urne tra gli uomini del Presidente Lilt e quelli di Area Popolare. “Soprattutto i Fratelli d'Italia, dopo che è stata ufficializzata la lista bicicletta, dovrebbero avere più di un motivo per ritornare sui propri passi e appoggiare, non Forza Italia, ma un candidato di FdI”, stuzzica Vitali.

schittulli poli bortone ape grande
 

Donna Adriana, invece, è meno perentoria e gioca di fioretto, per nulla intenzionata a restare nell’angolo e passare per reticente: “Sforziamoci almeno in questi ultimi giorni di rispettare l’intelligenza dei cittadini, torniamo al realismo della politica ed iniziamo finalmente con serietà la campagna elettorale”, sbotta nel pomeriggio la pasionaria del Tacco. Poi aggiusta il tiro e si dice pronta alla competizione dei gazebo ma “a patto che siano d’accordo tutti i partiti del centrodestra, a cominciare da Forza Italia, Noi con Salvini, Psi, Dc, Pli, Pensionati, Fdi, la recente area popolare ecc” e in presenza di un regolamento condiviso e garanzie di legalità: “Mi chiedo se in questo caso Fitto avrebbe preventivamente risolto il suo problema con Forza Italia, rinunciando a tutte le sue pretese”, lascia cadere sibillina, prima che il Presidente Lilt convochi una nuova conferenza stampa per definire modi e svolgimento della sfida, “garantendo a chiunque partecipi, la trasparenza del risultato”. L’ennesimo braccio di ferro strategico. E non è detto che sia l’ultimo.

(a.bucci1@libero.it)

Iscriviti alla newsletter
Tags:
primariemeloniscgittullilast minutefi
i blog di affari
Italia 2^ in UE per abbandono universitario
Massimo De Donno
Super Green Pass, boom di disdette: la distruzione di economia e lavoro
L'OPINIONE di Diego Fusaro
ETICA E GIORNALISMO, AIUTI EUROPEI PER REGIONI E CULTURA
Boschiero Cinzia
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.