A- A+
PugliaItalia
Province, la Bat a Spina. A Lecce riconfermato Gabellone

Bari – Sono il biscegliese Francesco Spina e il leccese Antonio Gabellone i primi eletti al secondo turno delle Provinciali: “Un momento di grande coesione del centrodestra pugliese", commenta il numero uno degli azzurri pugliesi, Francesco Amoruso, incassando la vittoria, in attesa che anche il foggiano Franco Landella confermi i pronostici, anche se l'insidia Francesco Miglio (Pd) è più che prevedibile che possa rappresentare una "disocntuinità".

Taranto, Pd: deleghe rimesse/ Emiliano chiede l’Assemblea, Minervini e Sel sulle barricate/ Emiliano ai dissidenti: “Si dimettano”

Passato in una manciata di giorni da aspirante presidente in quota centrosinistra a testa di serie per lo stesso ruolo ma nella metà campo opposta, il Sindaco di Bisceglie siederà sullo scranno più alto della Bat forte di oltre il 58% di preferenze ottenute. E senza alcuna variazione sul tema rispetto ai numeri della vigilia, che già vedevano al lumicino le possibilità di riuscita di Pasquale Cascella, primo cittadino barlettano, scelto in fretta e furia a sinistra dopo il pasticcio della designazione: “Sapevamo tutti che sarebbe stata una battaglia ardua, ma la si doveva affrontare per far valere una storia politica”, rivendica l’ex portavoce del Quirinale. Sul risultato, deciso dagli amministratori locali con voto ponderato, ha pesato particolarmente la sponda offerta dalla città di Castel del Monte.

Nonostante le passate intenzioni di Spina di separarsi dalla Provincia a tre teste, tanto da promuovere – a dicembre 2012 - un referendum per riportare Bisceglie in Terra di Bari e non risparmiare strali al Presidente in carica, Francesco Ventola, sarà proprio il coordinatore provinciale Udc a traghettare il nuovo corso del neo ente di secondo grado. L’ultimo colpo di scena è arrivato negli scorsi giorni da Trani, dove alfaniani e scudocrociato hanno dato il benservito al Sindaco forzista Riserbato con un duro documento di sfiducia, nel quale annunciavano di voler costruire una coalizione alternativa con i democratici. A Spina non è rimasto che sconfessare i firmatari, confermando, a nome dei casiniani, la volontà di restare nel centrodestra.

"Abbiamo avviato una fase di ampio respiro, mettendo in campo uomini credibili e progetti condivisi dalle forze tradizionali di centrodestra e dal meglio di quelle moderate, anche dell'Udc. Questo nonostante le dichiarazioni di alcuni che annunciano il sostegno ad Emiliano, il quale  però, contemporaneamente, prende le distanze per non urtare oltre il radicalismo di Vendola”, attacca Amoruso, riaprendo la ferita che da giorni infiamma il centrosinistra. A Lecce, infatti, lo scudocrociato si è schierato con il candidato democratico, Manera, voltando le spalle a Ncd e innescando una sassaiola di battute al vetriolo, tra i contendenti alle primarie, sull’ipotesi - promossa dal segretario Pd - di allargamento della coalizione in vista delle Regionali. Il 53%  dei votanti nei due seggi allestiti, in compenso, ha scelto di riconfermare l’azzurro, inquilino uscente di Palazzo dei Celestini: “Non consentire di votare a tutti resta comunque una macchia grossa, enorme di questa riforma”, aveva chiosato ad urne ancora aperte.

Ufficiali le liste: Bat e altre fibrillazioni/ Emiliano blinda i nomi: "No alle larghe intese"/ Vendola: "Se Pd con Ncd, è senza Sel"

Centrodestra avanti, dunque, aspettando i risultati dei due fronti non ancora chiusi. Dopo la bufera sull’elezione del tarantino Tamburrano, ottenuta con il soccorso di parte dei democratici, costretti a rinunciare alle deleghe dal fuoco di fila nel partito, il timore è che il format si ripeta a Brindisi. A parti invertite e con la benevolenza azzurra nei confronti del renziano Maurizio Bruno.

(a.bucci1@libero.it)

Tags:
spinabatleccegabelloneprovincepresidentilandellafoggia
i blog di affari
Reddito di cittadinanza, chi lo percepisce non ottiene l'assegno divorzile
di Francesca Albi*
FONDI PER ICT, CRISI, RETI CONTRO FURTI BENI CULTURALI, CONTRO OMOFOBIA
Boschiero Cinzia
Smettere di fumare: 5 step da seguire
Anna Capuano
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.