A- A+
PugliaItalia
Regionali, Schittulli rovescia l’aut aut: “Da FI subito certezze sulle liste”

Bari – Francesco Schittulli rovescia l’aut aut di Forza Italia con un assist ai Ricostruttori di Raffaele Fitto: “Indispensabile che nelle liste di FI ci siano i candidati e i protagonisti con Fitto delle battaglie di tutti questi anni del centrodestra in Puglia. Ogni eventuale scelta di esclusione avrebbe il sapore di un indebolimento e di una mossa autolesionistica. Chiedo dunque di avere immediatamente certezze per svolgere le mie doverose valutazioni”, rispedisce al mittente l’ultimatum del commissario azzurro, Gino Vitali, con il quale il fedelissimo berlusconiano lo invitava a sciogliere definitivamente le riserve sulla permanenza in campo, lasciando aleggiare lo spettro di un candidato alternativo dal profilo accademico. “Basta tatticismi. Il tempo sta scadendo. E non mi si diano risposte enigmatiche, o rinvii a tempi indefiniti", batte i pugni sul tavolo l’oncologo gravinese.

Gli sherpa di Matteoli sono al lavoro – nel capoluogo come nella Capitale - per ottenere ben più di un ramoscello d’ulivo e scongiurare la rottura: embargo annullato per una percentuale consistente di uomini legati all’europarlamentare salentino - uscenti e big dei territori – e deroghe al limite di tre mandati. In cambio, una lista ulteriore di appoggio e la promessa di non far saltare il tavolo anche nelle altre altre regioni al voto: “Ovviamente, non mi riguarda il quadro politico nazionale, e il confronto che, legittimamente, ciascuno conduce a Roma. E su questo, con rispetto verso tutti, non esprimo giudizi. Non tocca a me”, si sfila l’ex Presidente della Provincia, giocando di fioretto dopo l’accusa frontale di “gestione facinorosa del partito” riservata al plenipotenziario pugliese degli azzurri e la minaccia del passo indietro. E se le rassicurazioni trasversali ottenute nel fine settimana lo avevano indotto a confermare il proprio impegno “alla luce delle riconfermate disponibilità di tutte le forze politiche della coalizione”, sulle condizioni non transige: “Tocca a me esprimere un giudizio su ciò per cui mi sono reso disponibile a candidarmi. Ho diritto di sapere subito se qualcuno, cosa che sarebbe inspiegabile, gioca a perdere. Per questo, come ho più volte detto, ribadisco che mi sembra assolutamente ragionevole che le liste di Forza Italia siano le più forti e le più competitive”, manda a dire all'ex Cavaliere, alla viglia del vertice barese dei disallineati che, se il barometro della giornata dovesse segnare tempesta, potrebbe rappresentare il punto di non ritorno.

Ad aumentare la tensione, l'ennesima scomunica arrivata dal partito dell'ex Cavaliere sui Congressi autoconvocati a Corato, Martina Franca e Ceglie Messapica, in aperto dissenso con la gestione del neosegretario, "puntando sul fatto che 'non possono essere considerati illegittimi gli iscritti' e dunque i coordinatori democraticamente eletti dalla base" . Un anno fa, in un'altra domenica delle Palme, furono gli stessi forzisti a serrare il corteggiamento nei confronti del Presidente Lilt, chiedendogli poi di sostituire in extremis Mimmo Di Paola nella corsa a Palazzo di Città, ma ne ottennero un secco rifiuto e nemmeno a Raffaele Fitto riuscì l'opera di persuasione in notturna: troppi rischi, troppo poco tempo, poche garanzie. E il principio resta lo stesso: “Condizione essenziale è che il centrodestra sia unito e competitivo. Non c'è più tempo per lo scaricabarile”.

(a.bucci1@libero.it)

Iscriviti alla newsletter
Tags:
schittullifiaut autlisteregionali
i blog di affari
Perugia, un “Green Table” per la cultura ambientale del mondo
di Maurizio De Caro
Quando artisti e comunicatori uniti diventano Ambasciatori di Pace
CasaebottegaJalisse
Covid, nuovi varianti in vista: l'emergenza virale è normalità
L'OPINIONE di Diego Fusaro
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.