A- A+
PugliaItalia
cometa

Morire a 23 anni per un maledetto ritardo. Un ritardo di solito calcolato, a cui si aggiunge - questa volta - la fatalità di un inciampo, nel disperato tentativo di cogliere al volo l’ultima opportunità di un treno in partenza.

Sembra la metafora dei nostri tempi, di una società quotidianamente alle prese con la corsa sfrenata verso il non-so-che. E’ purtroppo il tragico epilogo, per Roberta Cometa, che finisce tranciata dalle ruote di un treno delle Ferrovie Sud-Est, che doveva portarla a Bari e che invece la lascia esanime sui binari di Castellana Grotte. Sotto gli sguardi increduli e atterriti di impotenti passeggeri, nel solito via vai mattutino di un abitudinario pendolarismo locale.

Stazione treno

Nomen omen: nei progetti amorevoli familiari Roberta avrebbe dovuto risplendere a lungo, segnando la vita con la scia del suo sorriso. L’ha attraversata come un meteorite, ma da stasera sarà da tutti riconoscibile nella sconfinata trapunta celeste. Fate attenzione, sarà la stella che s’accende in ritardo rispetto alle altre, ma sarà quella il cui sorriso brillerà più forte di tutte le altre.

(gelormini@affaritaliani.it)

Iscriviti alla newsletter
Tags:
robertacometaferrovie sud-estcastellana grottebari
i blog di affari
Quirinale, il dopo Mattarella: a Palazzo Chigi serve Draghi o un suo affine
L'OPINIONE di Ernesto Vergani
Il 25° brano dei Jalisse presentato al Festival di Sanremo 2022
CasaebottegaJalisse
Relazione extraconiugale, la mia amante sa che sono single. Rischio un reato?
di Avv. Francesca Albi*
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.