A- A+
PugliaItalia
San Severo. I primi passi di Miglio

di Ines Macchiarola

Svelata la squadra, il Sindaco della Città celestina, Francesco Miglio, presenta la nuova giunta comunale, all'indomani dell'ufficializzazione, e la nomina dei 6 assessori, 3 uomini e 3 donne, con la senatrice Angela D'Onghia, Sottosegretario di Stato alla Pubblica istruzione.

Alcuni nomi subentrano con competenze tecniche altamente specifiche, per la materia che andranno ad amministrare. Nel corso della lettura del Decreto di affidamento delle Deleghe, Francesco Miglio, si sofferma sui criteri di scelta condivisi con i vari gruppi e capigruppo consiliari orientati verso figure di già riconosciuto spessore professionale.

Rilancio, riassetto, e controllo dei territori, rilancio dell'agricoltura di tipo familiare, accento sull'organizzazione delle risorse umane, attenzione al sociale e riorganizzazione dell'intero settore urbanistico. Saranno questi gli impegni che la nuova Giunta comunale considera prioritari e realizzabili nei primi 100 giorni di Governo.

Già nelle primissime settimane il settore maggiormente attenzionato graviterà intorno alla riorganizzazione della macchina amministrativa (uffici, aree) per renderla più efficiente. Verrà chiamato a gestire questo compito proprio l'ingegnere Benedetto di Lullo, lo stesso professionista che ha gestito a San Giovanni Rotondo, nel 2000 i fondi comunitari in occasione del Giubileo.

Ancora incompleta l'organizzazione del comparto dirigenziale della tecnostruttura. Sarebbe, invece, in dirittura di arrivo la pubblicazione del Bando di concorso per la nomina del Direttore finanziario, oltre che la ri-pubblicazione dei bandi riferiti all'assegnazione delle cariche di: Dirigente (area II) dell'area cultura, e del Settore (area) IV ambiente.

Proprio in materia ambientale, ed in particolare sulla gestione ereditata dalla precedente Amministrazione, l'attuale squadra di Governo riserverebbe seri dubbi, e sospetti di opacità in ambito del rispetto della legalità. Ma, per ora non è considerata pioritaria  quella, che Miglio ha chiamato “operazione verità”, anche in materia di bilancio.

Tornando in tema di Deleghe, ed assessorati, sebbene il numero delle figure tecniche sia passato da 7 a 6, il primo cittadino, non sente né di escludere, né di garantire un'ulteriore nomina chiamata, entro quest'anno a ricoprire il comparto “Trasparenza, e legalità.” Un settore delicato quello dell'anticorruzione nell'ambito di appalti e concorsi per ora provvisoriamente riservato al Sindaco.

Novità anche nel settore “sicurezza”, che godrà di nuovi flussi economici intercettati nei proventi delle multe stradali. In cifre si parla di circa 400 mila euro all'anno. La legge, infatti, consente di utilizzare il 50% di questi fondi destinati in primis al potenziamento del controllo del territorio da parte della Municipale in zona Villa comunale, e nei quartieri di periferia degradati. Le forze di Polizia stradale e di Stato invece godranno prossimamente di nuovi locali intercettati nel quartiere popolare Lucia Fantasia in via Torremaggiore. Resta attualmente a carico dell'Ente il fitto destinato alle caserme di fatto in mano ai privati.

Così con la presentazione della nuova giunta composta da persone che non hanno mai ricoperto incarichi istituzionali, Francesco Miglio, ha inteso dare un forte segnale di discontinuità rispetto al passato.

Tags:
san severomigliogiuntapassi
i blog di affari
Cartelle esattoriali: quali anni d’imposta può chiedere il Fisco?
Dalla pandemia alla Nato, il doppiopesimo egocentrico della Svezia
Di Massimo Puricelli*
Giustizia civile: ok celerità ma attenzione ai diritti fondamentali
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.