A- A+
PugliaItalia
Petruzzelli bilancio

Il bilancio della Fondazione Petruzzelli torna in attivo. Magari simbolicamente per soli 64mila euro, ma l’azione risanatrice del Commissario Straordinario, Carlo Fuortes, segna comunque la svolta e lascia il rosso solo sulle facciate esterne del Politeama barese, nei velluti delle poltrone in platea e nei suoi palchi d’ogni ordine.

Il bilancio consuntivo del 2012 registra un significativo incremento della vendita biglietti, grazie all’incremento del 50% di recite – rispetto al 2011 –  per quanto riguarda la lirica, e a una sostanziale riconferma di quelle relative alla danza e ai concerti sinfonici cameristici; un'incisiva riduzione dei costi del personale e dei servizi accessori; una ri-patrimonializzazione da parte di Regione e Provincia di 2,4 mln. di euro.

Risultati virtuosi che si riassumono nella sintesi indicativa di efficienza e produttività del costo totale per spettatore, che passa da € 430 del 2011 a € 302 del 2012.

“Il Commissario straordinario Carlo Fuortes ha compiuto un’operazione rara in Italia. Ha risanato un’azienda nel rispetto dei diritti dei lavoratori. Apparentemente, era un’operazione impossibile. Invece lui ce l’ha fatta. Ha realizzato un’operazione straordinaria”.

Così il Presidente della Regione Puglia Nichi Vendola, alla presentazione del bilancio consuntivo del 2012 del Teatro Petruzzelli di Bari da parte del Commissario straordinario della Fondazione Teatro Petruzzelli, Carlo Fuortes. Alla conferenza hanno partecipato anche il Presidente della Provincia di Bari, Francesco Schittulli, il consigliere della Camera di Commercio di Bari, Benny Campobasso, e l’assessore alla Cultura, Mediterraneo e Turismo della Regione Puglia, Silvia Godelli.

Petruzzelli bilancio2

“Un teatro non è soltanto un immobile, un edificio, è tante altre cose – ha aggiunto Vendola - è un contenitore, ma è anche un’azienda, un corpo vivente. Ricostruire un teatro significa anche ricostruire la sua credibilità sulla scena musicale. Un teatro lirico di tradizione, come il Petruzzelli, deve diventare un crocevia importante dei percorsi musicali e di musica colta altrimenti rischia di essere semplicemente il bel contenitore in cui collocare piccole ambizioni”.

Ma il Commissario Fuortes è riuscito, oltre che nel risanamento dei conti, anche nell’opera di ricostruzione del pubblico.

“Ricostruire un grande cartellone, così come è stato fatto da Fuortes – ha sottolineato Vendola - serve anche a fidelizzare un nuovo pubblico, a riprendersi il vecchio pubblico e a ricostruirne l’affetto. Il Commissario ha realizzato un’opera di risanamento mettendo a valore il lavoro e provando ad innalzare il livello dell’offerta culturale del Teatro”.

Per Vendola dunque è stato fatto uno sforzo straordinario, “motivo sufficiente questo per determinare la scelta di confermare, anche per il 2013, il contributo economico da parte della Regione Puglia, nonostante la condizione di spesa sia peggiorata a causa dei vincoli del Patto di stabilità”.

(gelormini@affaritaliani.it)

Iscriviti alla newsletter
Tags:
vendolagodellifuortespetruzzellischittulliregioneprovincia
i blog di affari
Il dopo Mattarella, a Palazzo Chigi serve Draghi o un suo affine
L'OPINIONE di Ernesto Vergani
Il 25° brano dei Jalisse presentato al Festival di Sanremo 2022
CasaebottegaJalisse
Relazione extraconiugale, la mia amante sa che sono single. Rischio un reato?
di Avv. Francesca Albi*
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.