A- A+
PugliaItalia
Vieste Delitto Notarangelo Più vigilanza nel Gargano

Riunito in Prefettura a Foggia il vertice interforze, dopo l'agguato teso ad Angelo Notarangelo, ritenuto esponente di spicco della mafia del Gargano, ucciso da una raffica di colpi di arma da fuoco.

notarangelo angelo1
 



In particolare, secondo quanto accertato dagli inquirenti, e dall'esame autoptico 8 sono stati i colpi andati a segno, su 20 in totale provenienti da 4 diversi tipi di arma: due pistole rispettivamente calibro 40 e calibro 9, un fucile d'assalto calibro 5,56 e un altro calibro 12.

Al fine di mantenere alto il livello di attenzione sull'Ordine pubblico, è stato disposto il rafforzamento delle attività di vigilanza e controllo sul Gargano
attraverso l’impiego di equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine della Polizia di Stato, dell’Arma dei carabinieri e dell’Antiterrorismo Pronto Impiego della Guardia di Finanza.

(inesmacchiarola1977@gmail.com)

Iscriviti alla newsletter
Tags:
garganonotarangelovigilanzaprefetturavieste
i blog di affari
La CGIL è la stampella dei padroni
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Green pass, arriva il 15 ottobre: l'Italia dice addio alla propria libertà
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Pancani: “Draghi al Quirinale? Una garanzia per l’Europa”
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.