A- A+
PugliaItalia
Vieste, ucciso a fucilate il boss Angelo Notarangelo
Vieste (Fg) - Ucciso da colpi di fucile il boss della mafia garganica, Angelo Notarangelo. E' accaduto questa mattina a Vieste, in località Gattarella, sul lungomare che porta verso Mattinata.
 
Resta ancora da chiarire la dinamica di un fatto che avrebbe tanto lo stampo di un agguato. Anche se da prime ricostruzioni l'ipotesi è che l'auto della vittima sarebbe stata affiancata da un altro veicolo, dal quale sono partite le fucilate fatali.
 
Il corpo è stato rinvenuto intorno le 7.30 di questa mattina riverso ai bordi della strada da alcuni automobilisti di passaggio. Sarà l'esame autoptico, ora a stabilire l'ora esatta del decesso.

Conosciuto come "u Cintaridd", dopo l'ordinanza di misura cautelare per reati di mafia ed estorsione, era stato scarcerato nell'agosto scorso in seguito all'accoglimento da parte del Tribunale di Foggia dell'istanza di scarcerazione richiesta dalla difesa.

In ordine di tempo, Notarangelo rappresentò l'attore centrale nei processi per mafia Medioevo e Tre Moschettieri, nei quali si schierarono come parti civili: il comune di Vieste, l'associazione antiraket e il Fai guidata da Tano Grasso.
 
)
Tags:
viestemafiagarganobossnotarangelofucilate
i blog di affari
Green Pass, i tesserati ignorano che è un dispositivo di controllo biopolitico
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Covid, emergenza continua: un nuovo efficace metodo impiegato dal governo
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Covid, il referendum contro il green pass è una pessima strada da seguire
L'OPINIONE di Diego Fusaro
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.