A- A+
PugliaItalia
Elena Gentile

Bari – Lo scandalo 118 ha rivelato più che una frattura una vera e propria voragine. In questi ultimi giorni Marco De Giosa, coordinatore del 118 di Bari e Bat, aveva parlato in più occasioni di un “servizio ormai abbandonato a se stesso”. Nell’occhio del ciclone non solo le associazioni di volontariato ma anche, e soprattutto, il sistema politico pugliese che permetterebbe, sempre secondo De Giosa, alle stesse associazioni eccessive pressioni che nulla avrebbero a che fare, tra l’altro, con il volontariato.

I problemi sarebbero tanti, troppi, stando alle dichiarazioni del coordinatore del 118 di Bari e Bat, tra corse all’ultimo rimborso regionale, assenza di una direzione regionale e buchi nel personale. Venticinque sarebbero attualmente le associazioni convenzionate con la Asl in territorio barese: tra alcune sarebbero scattate delle competizioni al fine di ottenere i rimborsi istituiti dalla Regione – garantiti alle stesse con una soglia minima di 4 dipendenti, oltre ai volontari - di 21mila euro a postazione. Tra i grandi maltrattati secondo De Giosa, nell’intera vicenda, “quelli che fanno vero volontariato”.

“Sono troppi i sintomi di malessere denunciati dai media e dagli operatori del Servizio 118 della regione. Penso non sia più rinviabile un’iniziativa che faccia chiarezza, che illumini i punti oscuri di un servizio straordinariamente importante quale è quello della emergenza urgenza”.

sanitari 118 0 0

Netta la posizione della Regione Puglia, attraverso le parole dell'assessore alle Politiche della Salute, Elena Gentile: "Sia che si tratti di accuse infondate, sia che si tratti per davvero di episodi che travalichino il limite della legalità – ha dichiarato l'Assessore Gentile - abbiamo il dovere di illuminare ogni presunto angolo buio e contestualmente provare ad immaginare percorsi e scelte di trasparenza, che sconfiggano la cultura del lavoro nero e dello sfruttamento che possono purtroppo annidarsi anche nel nobile tessuto di protagonismo solidale delle associazioni di volontariato".

La Regione Puglia ha convocato ad inizio settimana intanto, presso la presidenza della giunta regionale, tutti i direttori generali e le strutture tecniche per una prima valutazione sullo stato delle cose e sul da farsi.

Tags:
118voraginegentilesalutepuglia
i blog di affari
Cartelle esattoriali: quali anni d’imposta può chiedere il Fisco?
Dalla pandemia alla Nato, il doppiopesimo egocentrico della Svezia
Di Massimo Puricelli*
Giustizia civile: ok celerità ma attenzione ai diritti fondamentali
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.