A- A+
Roma
"A secco e niente notturni". Bus fantasma oltre il Gra

Linee extraperiferiche horror con bus fantasma e vetture che regolarmente rimangono a secco. Questa la denuncia del sindacato Usb durante la riunione della Commissione Trasporti di Roma Capitale sui problemi del trasporto pubblico gestito dalla Roma Tpl Scarl e COTRI, a cui è stata data in appalto la gestione delle linee per un totale di 28 milioni di chilometri annui. Alla riunione hanno partecipato anche rappresentanti di Roma Servizi e Mobilità, chiamati in merito ai controlli tecnici che vengono effettuati per verificare l’effettivo svolgimento delle corse.

"Durante la riunione l’USB, insieme alla delegazione di lavoratori che la stessa organizzazione sindacale ha portato all’ incontro, ha denunciato - si legge nel comunicato - il rientro sistematico delle vetture nei depositi per mancanza di gasolio, in media 3 o 4 volte al mese, che espone i conducenti alle comprensibili contestazioni dell’utenza; la cronica mancanza di vetture per il servizio notturno, dovuta alla mancata fornitura da parte di ATAC di tutto il parco macchine stabilito; la drammatica persistenza del ritardo nei pagamenti degli stipendi. Su questo punto specifico i rappresentanti di Roma Servizi e Mobilità hanno fatto presente che dal mese di giugno 2014 i versamenti alla Roma Tpl vengono effettuati con cadenza mensile, cosa che rende ingiustificati gli attuali ritardi dei pagamenti ai lavoratori. Infine l’USB ha denunciato le ritorsioni da parte aziendale nei confronti degli autisti che lamentano il malfunzionamento delle vetture e che segnalano di essere costretti a viaggiare in contrasto con le normative del Codice della strada e della sicurezza del lavoro.

La Commissione Trasporti ha recepito le denunce dell’USB ed ha chiesto a Roma Servizi e Mobilità di stendere un rapporto completo, con le effettive cifre dei rilievi effettuati. Inoltre, sulla vicenda del servizio notturno, la Commissione ha deciso di dedicare una specifica seduta ribadendo la necessità della reinternalizzazione del servizio in ATAC ed augurandosi che ciò comporti anche l’assorbimento degli autisti attualmente preposti a questa attività. A tale proposito, l’USB ha ribadito la necessità di vigilare attentamente affinché non solo si proceda all’internalizzazione, ma anche al pieno rispetto dei diritti dei lavoratori".

 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
cotriroma tpl scarlbusnotturnitrasportiusb



Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

i più visti
i blog di affari
BANDI ERASMUSPLUS, AIUTI AI GIOVANI, ESSP PER SICUREZZA SOCIALE LAVORATORI
Boschiero Cinzia
Unioni civili, l'iter da seguire se si vuole divorziare
di Avv. Francesca Albi*
Svizzera, sì al Green Pass: il golpe globale del regime sanitario
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.