A- A+
Roma

 

ANGELO MARIA PERRINO
Premio Nuove Frontiere del Giornalismo

 

angelo maria perrino 1

Angelo Maria Perrino, 59 anni, è giornalista professionista e fondatore, direttore e azionista di maggioranza di Affaritaliani.it. Laureato in Filosofia all'Università Statale di Milano, Master in General Management al Politecnico di Milano, fu assunto nel 1977 a Panorama da Lamberto Sechi. Nella redazione del popolare periodico è rimasto fino al 1985 occupandosi di attualità, politica ed economia. È stato rappresentante sindacale di Panorama e, in seguito, dei giornalisti della Mondadori e ha fatto parte della commissione dell'Ordine Nazionale dei Giornalisti per gli esami di idoneità professionale.

 

Nel 1986 è passato a Il Giorno, diretto da Lino Rizi, come inviato speciale. Nel 1987 è stato promosso vicecaporedattore del quotidiano milanese e responsabile delle pagine di economia e finanza; e nello stesso anno ha lanciato l'inserto domenicale di personal business Acontifatti. Nel 1988 è passato a ItaliaOggi, come vicedirettore, lavorando sotto la direzione di Pierluigi Magnaschi. Nel 1989 è passato al gruppo Class, assumendo la direzione del mensile Campus. Nel 1990 è passato a Mf - Milano Finanza, prima come caporedattore responsabile della sede romana, in seguito come vicedirettore a Milano. Nel '94-95 ha fondato la Uomini e Affari e ha ideato, prodotto e condotto in diretta BorsaOggi, telegiornale/ talk-show televisivo quotidiano di economia, finanza e politica per Telelombardia, la maggiore emittente regionale.

Nel 1996 ha lanciato Affari Italiani, il primo quotidiano digitale via Internet, di cui è direttore responsabile.

Capri regina del mare e dell'informazione. Dalla storia del giornalismo alle nuove frontiere della comunicazione con uno sguardo a quel sistema di valori che accompagna da sempre la professione di chi informa.


E' lo spirito con il quale dal 21 al 23 giugno, nell'isola dei faraglioni più famosi del mondi si ritroveranno le firme e i manager della società dell'informazione, riuniti in occasione della quinta edizione del premio voluto dalla Fondazione Biagio Agnes, giornalista di razza e mai dimenticato direttore generale della Rai.

“Un premio che rappresenta un modello per i tanti giovani che vogliono fare questa professione” ha spiegato la presidente Rai, Annamaria Tarantola la quale si è chiesta il senso di un premio ad un professione che sta subendo radicali mutamenti. La risposta è nella carriera di Agnes e in quella prima rivoluzione che ha portato nell'azienda di Stato, facendo debuttare per la prima volta nella conduzione del telegiornale i giornalisti al posto degli speaker. E a ricordarlo è stato l'ex sottosegretario alla Presidenza, Gianni Letta, in veste di presidente della giuria.

Subito a Capri, però, dove saranno una serie di eventi ad accompagnare il percorso verso la sera del 29 sino alla seconda serata su Rai1. Ora premi e premiati: Premio Internazionale John Lloyd, Premio alla Carriera Mario Cervi, Premio per la Carta Stampata Francesco Verderami, Premio per la Televisione Marcello Masi, Premio per la Radio Eduardo Montefusco, Premio Comunicazione Istituzionale Pasquale Cascella, Premio Giornalista Scrittore Raffaele La Capria, Premio Nuove Frontiere del Giornalismo Angelo Maria Perrino, Premio Giovani Under 35 Costanza Calabrese, Premio Speciale Duilio Giammaria, inviato del Tg1.

Un Premio Speciale è stato, inoltre, assegnato alla Libertà di Piacenza, quotidiano locale che quest'anno compie 130 anni, connotandosi come uno dei più antichi quotidiani italiani, all'agenzia di stampa AdnKronos, per i suoi 50 anni di attività e a Padre Ibrahim Faltas, Economo Custodiale, parroco di Gerusalemme, autore del libro Dall'assedio della Natività all'assedio della città e di numerosi saggi sulla pace.
La Giuria ha deciso, inoltre, di conferire una Menzione Speciale a Giovanna Chirri, vaticanista dell'Ansa, prima al mondo a comunicare la notizia delle dimissioni di Papa Benedetto XVI, - Romana Liuzzo, capo servizio di Panorama, per la capacità di spiegare in modo chiaro ed efficace le Istituzioni parlamentari. Infine, è stata assegnata una Borsa di studio dalla Fondazione Biagio Agnes a Francesco Antonio Grana, giovane giornalista specializzato nelle attività del Papa e della Santa Sede.
E c'è anche spazio per lo show. Sul palco della Certosa di San Giacomo le esibizioni di Paolo Belli, Annnalisa, Rosalia Misseri e Ilaria Porceddu, ma anche il violino di Roberta Nitta e la danza di Raimondo Todaro e Samatha Togni.
Questa la giuria che ha definito i vincitori del premio:  Gianni Letta (Presidente), Giulio Anselmi, Alessandro Barbano, Maurizio Belpietro, Virman Cusenza, Giuliano De Risi, Stefano Folli, Massimo Franco, Paolo Garimberti, Giampiero Gramaglia, Roberto Iadicicco, Paolo Liguori, Pierluigi Magnaschi, Giuseppe Marra, Antonio Martusciello, Roberto Napoletano, Mario Orfeo, Mario Pirani, Antonio Preziosi e, di diritto, Luigi Gubitosi in qualità di Direttore Generale della Rai e i Presidenti dell’Ordine Nazionale dei Giornalisti Enzo Iacopino e della Regione Campania Stefano Caldoro.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
premio agnesgubitositarantolasimona agnesangelo maria perrinocapri



Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

i più visti
i blog di affari
Covid: gettata la maschera, Mario Monti: "Trovare modalità meno democratiche"
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Covid, Lancet smonta le tesi che stigmatizzano i non vaccinati
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Draghi-Schwab, vis a vis due protagonisti dell'ordine neoliberale filobancario
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.