A- A+
Roma
Maxi pedaggi sulla A24. Silenzio sul ricorso

A fine gennaio l’assessore agli Enti Locali confermò di aver dato mandato all'avvocatura di verificare se sussistessero le condizioni per un ricorso al Tar contro l'aumento dei pedaggi sull’A24 contro il quale da mesi si battono i Comuni a nord est di Roma.
“L'ennesimo annuncio spot dalla Regione - tuona il consigliere regionale di Forza Italia, Adriano Palozzi - ennesima indignazione dei cittadini. Stavolta a smentire la parola data non è, come da prassi, il presidente Zingaretti, ma la collega di giunta Concettina Ciminiello"

A quasi due mesi da quell’annuncio, è calato il silenzio "Tanto da mandare su tutte le furie gli amministratori locali che - continua Palozzi - stanchi dell’immobilismo regionale, hanno deciso di proseguire da soli per le vie legali. L’inerzia della Ciminiello, inoltre, assume contorni paradossali poiché smentisce e minimizza la voce del Consiglio regionale, che proprio a gennaio aveva approvato una mozione contro l'aumento dei pedaggi nelle autostrade del Lazio”.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
palozzipedaggioa24ciminiello



Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

i più visti
i blog di affari
Draghi, l’Ue e il neoliberismo che uccide la classe operaia
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Zaino sospeso: l'iniziativa continua
Vaccino, Camilla Canepa morta: cade la formula "nessuna correlazione"
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.