A- A+
Roma

L'Associazione dei Consumatori ha annunciato un Esposto alla Procura della Repubblica per chiedere di indagare su un eventuale collegamento tra la tragica vicenda di Subiaco e i metodi di riscossione delle agenzie (tra cui Equitalia), giudicati da molti cittadini eccessivamente vessatori. "Se l’estremo gesto compiuto dall’imprenditore fosse in qualche modo legato a metodi di riscossione aggressivi, sarebbe necessario verificare anche l’eventuale ipotesi di istigazione al suicidio - ricordano al Codici - Grande successo ha ottenuto la campagna “Sos Debiti, difenditi da Equitalia”e la Petizione Popolare per la Revisione del Sistema di Riscossione Tributi che è stata presentata alla Camera e al Governo italiano. L’esigenza di tale campagna si era resa impellente, visto il numero sempre maggiore di utenti che si rivoltono agli sportelli al cittadino e agli uffici legali delle associazioni promotrici, lamentandosi delle modalità di riscossione crediti da parte di Equitalia e delle Agenzie di riscossione tributi, che incidono in maniera importante sulle crescenti difficoltà economiche dei cittadini. Infatti, il sistema di interessi applicato, sia in termini di aggio che di anatocismo, rende impossibile al cittadino poter sanare la propria posizione quando, ad esempio, si vede pignorare la casa dove vive, o fermare le macchine con cui lavora, facendo venir meno la possibilità di creare un reddito. Tali fenomeni sono contrari ai principi costituzionali che garantiscono il diritto alla casa e il lavoro (Artt. 1,2,3, e 47 Costituzione Italiana).

Iscriviti alla newsletter
Tags:
codiciequitaliasuicidi



Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

i più visti
i blog di affari
Zaino sospeso: l'iniziativa continua
Vaccino, Camilla Canepa morta: cade la formula "nessuna correlazione"
L'OPINIONE di Diego Fusaro
la nomina dell'esperto per il risanamento aziendale (2)
Angelo Andriulo


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.