I blog riportano opinioni degli autori e non necessariamente notizie, in ossequio al pluralismo che caratterizza la nostra Testata.
A- A+
Fisco e Dintorni
L’Inps non risponde? Si al riscatto della laurea

Ennesima pronuncia favorevole del Tribunale di Roma sul diritto al riscatto degli anni di laurea in assenza di risposta dell’INPS.

 

Con la recentissima sentenza n.4729/2023, pubblicata il 10.05.2023, il Tribunale di Roma ha, infatti, riconosciuto sussistente il diritto del ricorrente ad ottenere il riscatto degli anni di studi universitari, non avendo l’INPS mai fornito riscontro alla domanda formulata il 17.12.1991 (ecco la sentenza).

Il caso ha riguardato un professionista che, con il supporto degli avvocati Sergio Patrone e Matteo Sances, ha convenuto in giudizio l’INPS con ricorso depositato in data 5.10.2022 chiedendo l’accertamento del diritto a riscattare gli anni di studi universitari in forza della domanda presentata all’ente previdenziale in data 17.12.1991 e conseguente condanna dell’ente previdenziale a comunicare l’importo dovuto.

All’esito del giudizio, il Tribunale di Roma, condividendo il recente orientamento di legittimità e di merito formatosi sul punto, tra cui quello del Tribunale capitolino che si è espresso su analoga fattispecie che ha visto coinvolti sempre gli avvocati Sergio Patrone e Matteo Sances (cfr. Trib. Roma, n. 6613/2020), ha accolto il ricorso, confermando che, rispetto alla domanda di riscatto:

- non si applica la decadenza di cui all’art. 47 DPR 639/70: “A queste conclusioni la Suprema Corte è giunta rilevando come il termine di decadenza di cui all'art. 47 del d.P.R. n. 639 del 1970 riguardi le controversie in materia di trattamenti pensionistici propriamente detti, nonché quelle che, pur riguardando il rapporto contributivo, mirano a ottenere lo specifico beneficio del riconoscimento di una contribuzione figurativa in vista dell'incremento del trattamento pensionistico futuro, mentre l'istituto del riscatto, essendo finalizzato, mediante il pagamento della riserva matematica ex art. 13 della l. n. 1338 del 1962, alla copertura assicurativa di un periodo in cui l'interessato, per essersi dedicato allo studio, non ha potuto ottenere il versamento dei contributi che avrebbe invece conseguito se avesse lavorato, attiene a un rapporto preliminare e diverso rispetto a quello previdenziale (Cass. Sentenza n. 13630 del 02/07/2020);

- non trova applicazione la prescrizione del diritto dell’istante “in quanto il diritto ad esercitare il riscatto sorge solo per effetto dell'ammissione al beneficio da parte dell'Istituto, che abbia verificato la sussistenza delle relative condizioni e richiesto all'interessato il versamento della riserva matematica, come quantificata dall’Inps”.

Come detto, si tratta dell’ennesima sentenza favorevole, che conferma il principio secondo cui il diritto al riscatto è un diritto autonomo rispetto al diritto alla pensione, con conseguente inapplicabilità delle disposizioni che regolano le prestazioni di natura previdenziale.

Si allarga, dunque, la platea di coloro che, avendo presentato domanda di riscatto e non avendo mai ottenuto riscontro dall’INPS, avranno la possibilità di agire in giudizio per l’accertamento del diritto a riscattare gli anni di studi universitari.

 

 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
#riscattolaurea #riscattoannilaurea #avvsergiopatrone #matteosances #contributiinps





in evidenza
Fenomeno De Rossi, profeta a Roma. Come Gattuso da mister al Milan

Analogie tra bandiere in panca

Fenomeno De Rossi, profeta a Roma. Come Gattuso da mister al Milan


in vetrina
Milano/ Nuovo flagship store per Swarovski: oltre 500 metri quadri in Duomo

Milano/ Nuovo flagship store per Swarovski: oltre 500 metri quadri in Duomo


motori
DS Automobiles, ordinabili in Italia le nuove Hybrid: DS 3 e DS 4

DS Automobiles, ordinabili in Italia le nuove Hybrid: DS 3 e DS 4

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.