A- A+
Il Sociale

Prende il via un nuovo servizio di Cancro Primo Aiuto Onlus per gli ammalati di tumore: la dietista on line. Andando sul sito dell'associazione, i pazienti avranno la possibilità di chiedere indicazioni su quale dieta sia meglio seguire. Da oggi la dottoressa Martina Semeraro Bertozzi, consulente dietista presso il reparto di Oncologia dell'Ospedale Sacco di Milano, collaborerà con Cancro Primo Aiuto e risponderà alle domande dei pazienti rivoltele via web.

Le cure mi provocano nausea, cosa posso mangiare? Mi si è infiammato il cavo orale e faccio fatica a deglutire, cosa mi consiglia? Ho sempre le fauci secche: che rimedi alimentari posso prendere? Sono solo alcuni degli interrogativi che i malati di cancro possono mandare via email insieme a una scheda che saranno chiamati a compilare e in cui specificheranno alcuni dati e valori (peso, altezza, livelli di appetito, di nausea/vomito, dei dolori, dei sapori...), la diagnosi e la terapia o il tipo di intervento subito ed eventuali aspetti specifici; la dietista, poi, invierà al paziente i suoi consigli e la dieta da seguire.

Perché l'associazione brianzola ha deciso di attivare questo specifico servizio? "Perché quando si sente parlare del rapporto tra dieta alimentare e cancro si pensa sempre ai cibi che possono aiutare in termini di prevenzione – spiega Massimo Manelli, presidente di Cancro Primo Aiuto - E a questo proposito si trovano spesso e ovunque molti suggerimenti. Invece, non sempre si prende in considerazione quanto un'alimentazione adeguata possa aiutare le persone a cui il cancro è già stato diagnosticato, sia ad affrontare i malesseri provocati dalla malattia, sia a fronteggiare gli effetti collaterali delle cure e addirittura a contrastare la crescita o la ricomparsa del tumore. Ecco perché per un ammalato di cancro è di grande importanza mantenere il proprio peso forma: la diminuzione o l'incremento di peso possono influire negativamente sull'effetto delle terapie. Da qui l'idea di mettere a disposizione dei malati una dietista che possa rispondere alle loro domande e alle loro esigenze in termini di alimentazione".

La struttura
“Siamo solo uomini che aiutano altri uomini”. E’ questo il motto della Onlus Cancro Primo Aiuto, nata nel 1995 in memoria del senatore Walter Fontana. L'Associazione non ha scopo di lucro e propone iniziative nel campo dell’assistenza socio-sanitaria a favore degli ammalati di cancro e dei loro familiari. Sostenuta da una novantina di sponsor, tra enti pubblici, associazioni imprenditoriali e soprattutto aziende private, Cancro Primo Aiuto estende la sua azione nell’ambito territoriale della Lombardia, in particolare nelle oltre 40 strutture ospedaliero-sanitarie in cui si è consolidata una collaborazione, distribuite nelle province di Bergamo, Brescia, Como, Lecco, Lodi, Milano, Monza e Brianza, Pavia, Sondrio e Varese. Nel corso del 2012 hanno avuto rapporti con l’associazione 18mila pazienti per un totale di oltre 36mila prestazioni. Sono 31 i collaboratori sostenuti economicamente dalla Onlus e un centinaio i medici volontari collegati a Cancro Primo Aiuto.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
ammalaticancrodietista
in evidenza
Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

Corporate - Il giornale delle imprese

Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

i più visti
in vetrina
Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali

Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali


casa, immobiliare
motori
Nissan svela “Ambition 2030”, 23 nuovi modelli elettrificati entro il 2030

Nissan svela “Ambition 2030”, 23 nuovi modelli elettrificati entro il 2030


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.