A- A+
Il Sociale
documentario carcere 500

Il Dipartimento di correzione e riabilitazione della California ha fatto sterilizzare contro la legge 150 donne detenute: lo afferma il Center for Investigative Reporting (Cir). Uno dei giornalisti del Cir ha avuto accesso al database delle procedure mediche convenzionali il quale mostrerebbe che le donne sono state sterilizzate in violazione delle leggi carcerarie tra il 2006 e il 2010, senza il via libera del Golden State.

Ma altre 100 potrebbero avere ricevuto lo stesso trattamento negli anni Novanta. Secondo il database, dal 1997 al 2010 lo Stato ha pagato oltre 147 mila dollari per eseguire le operazioni. Quasi mezzo secolo fa le sterilizzazioni forzate di detenuti, malati di mente e poveri erano all'ordine del giorno in California. Tali pratiche sono state ufficialmente bandite dal governo nel 1979.

Tags:
scandalocaliforniadetenute sterilizzate
in evidenza
Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

Esportazioni

Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

i più visti
in vetrina
Scatti d'Affari Air France-KLM, firmata partnership commerciale strategica di 10 anni

Scatti d'Affari
Air France-KLM, firmata partnership commerciale strategica di 10 anni


casa, immobiliare
motori
Renault svela Scenic Vision, le sua nuova concept car

Renault svela Scenic Vision, le sua nuova concept car


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.