A- A+
Il Sociale
Christine QuinnChristine Quinn

''Mi candido a sindaco perche' amo questa citta''', ha scritto così su Twitter Christine Quinn, speaker del Consiglio comunale di New York e esponente dei democratici, che ha deciso di correre per la poltrona di primo cittadino di New York.

Se dovesse farcela, sara' la prima donna e la prima gay dichiarata a ricoprire tale incarico. A maggio dell'anno scorso, la Quinn ha sposato la sua partner di lunga data Kim Catullo.

Capelli a caschetto rossi, 46 anni ben portati, per convincere i newyorchesi la democratica ha già avviato un tour "walk and talk", ovvero un dibattito itinerante in ogni quartiere della città, e che terminerà poco prima delle primarie di settembre. 
 
Il cavallo di battaglia della sua campagna è garantire alla classe media e operaia le stesse opportunità che New York diede ai suoi genitori quando si trasferirono nella City. E un posto in cima all’agenda ce l’hanno i diritti civili di cui lei stessa è protagonista in presa diretta.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
new yorkchristine quinngaysindaco
in evidenza
Hannibal e un maggio bollente Temperature choc fino a 51 gradi

Previsioni meteo

Hannibal e un maggio bollente
Temperature choc fino a 51 gradi

i più visti
in vetrina
Pnrr e opportunità per le Pmi CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

Pnrr e opportunità per le Pmi
CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri


casa, immobiliare
motori
Incentivi auto 2022: Stellantis guida la transizione zero emissioni in Italia

Incentivi auto 2022: Stellantis guida la transizione zero emissioni in Italia


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.